I giochi tecnologici possibile strumento per pedofili?

Dic 07
Scritto da Annamaria avatar

Avrei voluto parlare di regalini per i nostri piccoli da far trovare sotto l’albero, ma sono rimasta interdetta da una news che riguarda l’ambitissima Barbie Video Girl.
Benedetta la adora, mi ha anche chiesto se Babbo Natale poteva portargliela, le ho spiegato che è troppo piccola, che va bene dai sei anni in su e, quindi, avrebbe dovuto aspettare…

Questa Barbie, come si vede bene nelle pubblicità, ha una telecamerina istallata nel petto e consente di fare riprese, lunghe fino a trenta minuti, che poi si possono scaricare sul pc. Non solo, sul sito ufficiale di Barbie è possibile anche condividerle e partecipare a concorsi per i video più belli.
L’FBI, però, ha appena lanciato un allarme: la bambola potrebbe essere un giocattolo per i pedofili. I malintenzionati potrebbero usarla per adescare e successivamente riprendere le piccole vittime. E’ stata KIRO Tv, televisione di Washington, a sottolineare quanto il Bureau sia preoccupato. Negli anni passati, infatti, sono stati perpetrati abusi sui minori usando Barbie per adescarli e videocamere nascoste per riprenderli.

Al momento niente di tutto ciò è accaduto. La Mattel, che la produce, ha rassicurato tutti, ma molti consumatori, una volta sentito l’allarme, hanno dichiarato di non volerla tra i giocattoli dei figli. E ora anche io mi pongo il problema sui balocchi supertecnologici che stanno invadendo il mercato. Tanto rumore per nulla?

Che ne pensate?

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

2 commenti per “I giochi tecnologici possibile strumento per pedofili?”

  1. avatar monica says:

    Non fa parte dei tanti isterismi quotidiani?

    Vietiamo tutto e tanto i percoli si adattano alle misure preventive che abbiamo adottato.

    per i bimbi non vale la pena di spendere un pò di tempo per parlare dei rischi connessi al vivere, ai pedofili e agli altri pericoli che ci possono essere, parlare della vita ed attrezzarli a quella?

    Certo a vietare e a mettere tutto sotto la campana di vetro si risparmia tempo e fatica, ma quando un bimbo esce dalla campana di vetro, non preavvertito, non preparato alla vita cosa farà?

    Non so, a me sembra che rischiamo sempre di fare vivere i bimbi come in un cartone animato zuccheroso, dimenticandoci di spiegare loro la vita ….

  2. avatar Sara says:

    sono d’accordo con Monica..

Scrivi un commento per Sara