Articoli taggati come ‘acqua’

No acqua ai neonati fino ai 6 mesi

Nov 06
Scritto da Annamaria avatar

No acqua ai neonati fino ai 6 mesi di età. I piccoli non dovrebbero mai berla, potrebbero avere complicanze preoccupanti ai reni, sovraccarichi. Gli adulti sono costituiti dal 55-60% di acqua, i neonati dal 75%, per questo è assolutamente obbligatorio dire no all’acqua fino ai 6 mesi. Anche una quantità insignificante potrebbe influire sull’equilibrio delicato del loro corpicino in crescita.

No acqua ai neonati fino ai 6 mesi. Se il bimbo è allattato al seno, già il latte di mamma riuscirà a soddisfare ogni esigenza di fame o sete del bebè. Pure quello in formula, composto per oltre il 95% da acqua, ha lo stesso effetto. Quando si allatta si dà al bambino già tutta l’acqua di cui ha bisogno quotidianamente. Quando, invece, si inizierà a introdurre le pappe, insieme al latte materno, allora sì, potrà bere acqua. (altro…)

In gravidanza bisogna bere di più

Apr 11
Scritto da Annamaria avatar

In gravidanza bisogna bere di più, sto parlando di acqua, ovviamente, e fare attenzione che sia potabile se si sceglie quella del rubinetto.

Bisogna bere di più in gravidanza, l’assunzione giornaliera di acqua quando si è incinta è assolutamente raccomandata. Fa bene, l’acqua, infatti, dà una mano ad assorbire i nutrimenti essenziali nelle cellule e ha il compito di trasportare gli ormoni, le vitamine e i minerali nelle cellule del sangue. Questi sono i globuli rossi che raggiungono la placenta e nutrono il bimbo. (altro…)

WaterBirth, prima app per chi partorisce in acqua

Gen 12
Scritto da Annamaria avatar

Per chi partorisce in acqua arriva la prima app, Waterbirth. Ricordate che rispetto al travaglio e al parto tradizionale, per chi partorisce in acqua si ha un abbassamento della frequenza cardiaca.

E’ stata Pharma Mum Italia a creare la prima app per chi partorisce in acqua: si chiama WaterBirth e , chiaramente se si possiede uno smartwatch, permette di tenere d’occhio le condizioni della partoriente sullo smartphone mentre lei è immersa.

Secondo uno studio condotto dall’Unità di Ostetricia e ginecologia dell’Arnas-Civico di Palermo, come già detto, il parto in acqua rispetto al travaglio e al parto tradizionali, riesce ad abbassare la frequenza cardiaca della donna. (altro…)

Tosse bambini

Nov 21
Scritto da Annamaria avatar

La tosse colpisce i bambini spesso. Uno studio condotto dall’AIST, l’Associazione Italiana per lo Studio della Tosse, ha mostrato che nei piccoli che bevono poco l’incidenza è maggiore rispetto agli altri.

La ricerca condotta a Bologna su 400 bambini e ragazzi fra 6 e 14 anni sottolinea che i bambini italiani bevono poco: oltre il 60% dei partecipanti era disidratato. E’ stato pure rilevato che nel corso dell’anno la tosse nei bambini colpisce il 90 per di quelli disidratati contro il 52 per cento di quelli che bevono abbastanza. Gli episodi di tosse nei piccoli che bevono poco sono più frequenti e di maggior durata. Invece una corretta idratazione ha un effetto positivo sempre, anche sui bambini con asma. (altro…)

Mare: sì bagno dopo mangiato

Ago 09
Scritto da Annamaria avatar

L’esperto dice di al bagno dopo mangiato al mare o in piscina. Per anni tutti i ‘grandi’ si sono raccomandati: “Non entrare in acqua se hai appena messo qualcosa sotto i denti, rischi grosso”. Beh, serve un reset, ora chi se ne intende dice che al mare o in piscina, quando si è in vacanza, è al bagno dopo mangiato.

Al mare e non solo al bagno dopo mangiato. “In realtà non esiste un’esigenza scientifica che prescriva di aspettare prima di fare il bagno, ha spiegato a Tgcom24 il pediatra Alberto Ferrando, anche istruttore di rianimazione cardiopolmonare. (altro…)

Giochi d’acqua

Lug 02
Scritto da Annamaria avatar

giochi-d-acqua

Il caldo fa venir voglia di giochi d’acqua all’aperto. Non solo ai bambini ma pure ai grandi. Occupiamoci però dei più piccoli. Avete una festa da organizzare, i vostri figli, però, come la mia, non amano gli animatori? Potete mettere insieme per loro una serie di giochi d’acqua all’aperto con cui far trascorrere loro in allegria il pomeriggio.

Tra i giochi d’acqua all’aperto, quello della spugna è tutto da ridere.
Avrete bisogno di due grandi secchi pieni d’acqua, due spugne e due bottiglie di plastica.
Dividete i bambini in squadre e disponeteli in fila dietro al secchio. Il primo bambino della fila avrà la spugna in mano: dovrà immergerla immergerla nell’acqua e passarla al compagno dietro facendola scivolare sotto le gambe. (altro…)

Acqua per neonato

Mag 15
Scritto da Annamaria avatar

acqua-per-neonato

L’acqua domina la nostra vita, noi siamo fatti soprattutto di acqua. E’ per questa ragione che dobbiamo scegliere con cura l’acqua per il neonato. Ci sono vari fattori nel decidere quale acqua sia ad hoc per il neonato. I loro reni sono ancora immaturi e necessitano quindi di acque poco mineralizzate, altrimenti rischierebbero di affaticare e sovraccaricare il loro sistema renale. Il residuo fisso non deve superare i 500 mg. per litro. Ci sono poi altri fattori da tenere in considerazione nello scegliere l’acqua per il neonato.

Residuo fisso a 180 °C: non dovrebbe superare i 500 mg. per litro. A secondo dell’alimentazione del neonato sono normalmente consigliate le acque oligominerali, quelle cioè con un Residuo Fisso a 180 °C compreso tra 50 e 500 mg. per litro. (altro…)

Parto in acqua: benefici

Apr 23
Scritto da Annamaria avatar

parto-in-acqua-benefici

Ne abbiamo già parlato, il parto in acqua è sempre più una realtà che molte donne scelgono. Lo fanno per i benefici che ne traggono loro stesse, come pure il bebè che portano in grembo.

I benefici del parto in acqua sono innegabili. In termini di rilassamento e dolore. Nel parto in acqua la mamma mette al mondo il bebè immersa in una vasca con circa 70 – 80 centimetri di acqua.
In Italia purtroppo non sono ancora tantissime le strutture che permettono il parto in acqua, per questa ragione, se pure voi sceglierete di far nascere il neonato così, dovrete organizzarvi e prenotare con largo anticipo. (altro…)