Articoli taggati come ‘diritti’

Bambini: decalogo per crescere più sani

Nov 22
Scritto da Annamaria avatar

Il decalogo dei diritti che aiutano i bambini a stare meglio, per crescere più sani, è prezioso. Lo stila il medico e psicoterapeuta dell’età evolutiva Alberto Pellai su Famiglia Cristiana. Si tratta di diritti che “vanno pensati, tutelati e e presidiati oggi più che mai per proteggere e sostenere la crescita”, come sottolinea l’esperto.

Per crescere più sani c’è bisogno di tante cose, il decalogo apposta per genitori e bambini, quello che illustra i loro diritti, ci pone davanti domande, tante, a cui dare risposte più certe e meno evasive, come spesso accade in questa società profondamente cambiata e non sempre in meglio, purtroppo. (altro…)

Carta dei diritti dei bambini in ospedale

Nov 15
Scritto da Annamaria avatar

Per tutti i piccoli che per qualche, ragione, spero non grave, siano ricoverati in ospedale, sappiate che esiste una Carta dei diritti dei bambini in ospedale.

La Carta dei diritti dei bambini in ospedale racchiude in 10 punti tutto quel che bisogna assicurare ai bimbi, anche impossibilitati dalla malattia. Conoscendo quel che c’è scritto nella Carta dei diritti dei bambini in ospedale, ogni genitore e ogni piccolo saranno più consapevoli di quello che potranno aspettarsi dal personale medico e di assistenza e potranno anche, quindi, segnalare tutte le eventuali inefficienze. (altro…)

Mamma licenziata

Mar 28
Scritto da Priscilla avatar

Ho letto qualche tempo fa con interesse il caso della manager che, tornata dopo la maternità, è stata “tradita dall’Azienda“, come dichiarava al Corriere.

Devo dire che la cosa mi intristisce molto, soprattutto perchè sono mamma anche io e so quanti sacrifici devono fare ogni giorno le donne che lavorano ed hanno bimbi. Ovviamente, rientra nel lavoro che considero duro anche quello di casalinga, ma obiettivamente quest’ultimo ha il vantaggio di non portare la mamma fisicamente lontana dai bimbi.

Come sottolineato anche in altri post, io ho “risolto” il problema con il telelavoro, che mi consente comunque di trascorrere molte ore con Passerotto, però obiettivamente il problema di districarsi tra le incombenze lavorative e quelle materne non è di semplice risoluzione. C’è anche da dire che, probabilmente, un colosso come Red Bull, rispetto all’amministratore della piccola azienda artigianale che con la crisi fa fatica a tirar avanti, ha decisamente più possibilità di applicare le regole sociali con più attenzione. (altro…)