Articoli taggati come ‘nascita’

Parto: una mamma su 5 maltrattata?

Set 20
Scritto da Annamaria avatar

Una mamma su 5 si è sentita maltrattata durante il parto. O anche solo insultata. E’ incredibile, ma è quanto emerge da un’indagine nazionale sul tema, come fa sapere La Repubblica.

Il parto è un momento in cui bisognerebbe sentirsi protette e al sicuro, se una mamma su 5 si è sentita maltrattata non va assolutamente bene.

Eppure una mamma su 5 si è sentita maltrattata nel bel mezzo del parto. Sono circa 1 milione le madri in Italia, “il 21% del totale, che affermano di essere state vittime di una qualche forma di violenza ostetrica, fisica o psicologica, alla loro prima esperienza di maternità”. (altro…)

Lista nascita

Mag 09
Scritto da Annamaria avatar

State per avere un bimbo o una bimba, farete la lista nascita che tanto va di moda? Allora metteteci dentro solo le cose che vi serviranno davvero.

Se vi siete già informate, saprete tutto, altrimenti ci penso io. La lista nascita si fa nei negozi di articoli di puericultura come pure nei negozi online, selezionando quel che si vorrebbe per il nascituro. In questo modo tutti, ma proprio tutti, amici e parenti vicini e lontani, possono comprare e farvi il regalo.

La lista nascita è utile per non ricevere doppioni o cose inutili. (altro…)

Fotografo in sala parto

Apr 11
Scritto da Annamaria avatar

Fotografo in sala parto? Molte mamma scelgono di averlo, in America è già un trend richiestissimo. La sessione fotografica con il pancione per tante donne è ormai una realtà, con professioniste affermate e famose che offrono shooting bellissimi a chi è in dolce attesa. Ora però è il fotografo in sala parto a piacere moltissimo.

Le mamme vogliono il fotografo in sala parto perché desiderano un reportage di uno dei momenti indimenticabili della loro vita. Non è solo esibizionismo, o meglio non solo questo a muoverle. E’ il volere impressa nella memoria un’esperienza che cambia nel profondo e rappresenta un nuovo inizio nel proprio percorso esistenziale. (altro…)

Punti Nascita: occorre riorganizzare

Dic 21
Scritto da Annamaria avatar

Non ci sono più dubbi, occorre riorganizzare i Punti Nascita, come sottolineato dalla Società Italiana di Neonatologia. L’obiettivo è quello di migliorare la sicurezza per le donne ed i neonati al momento della nascita.

Occorre riorganizzare al più presto i Punti Nascita: chi ha tempo non aspetti tempo.
In Italia, a oltre 6 anni dalla riorganizzazione della rete neonatale, tanti bambini nascono ancora in centri non adeguati, dove avvengono meno di 500 parti l’anno. (altro…)

Partorire in casa in sicurezza

Nov 01
Scritto da Annamaria avatar

Partorire in casa in totale sicurezza è assolutamente possibile. La voglia di dare alla luce il proprio bebè tra le mura domestiche torna e per molte donne è determinante. Alcune di loro avevano ancora dubbi ma un nuovo studio dell’Istituto di Ricerche farmacologiche Mario Negri dimostra che si può partorire in casa in sicurezza, senza correre rischi.

In Italia dagli inizi degli anni ’60 il parto a domicilio è diventato sempre più raro su tutto il territorio nazionale. Oggi sono un migliaio ogni anno i bambini che nascono in casa in Italia – sostiene Maurizio Bonati, responsabile del Dipartimento di Salute Pubblica dell’istituto di ricerca milanese – Un fenomeno che interessa solo alcune Regioni e pochi genitori molto determinati a contrastare la medicalizzazione talvolta eccessiva del percorso nascita”. (altro…)

Parto integrale

Giu 09
Scritto da Annamaria avatar

parto-integrale

Il parto integrale, in inglese ‘Lotus birth’, è una particolare procedura di nascita che non prevede il taglio del cordone subito dopo il parto. Il neonato rimane collegato alla propria placenta finché questa non smette di “vivere”: in media possono volerci 3 o 4 giorni che potrebbero però essere anche 10. Il cordone si stacca naturalmente dal corpo del bebè.
Con il parto integrale non si recide il cordone ombelicale dopo la nascita, quindi, ma si aspetta il secondamento, ossia l’espulsione della placenta, lasciando il neonato, ancora connesso con la placenta, sul corpo di sua madre, possibilmente attaccato al seno. Quando avviene l’espulsione della placenta, questa può essere eventualmente sciacquata delicatamente con acqua tiepida o tamponata leggermente, poi viene posta in un contenitore. (altro…)

Papà in sala parto

Apr 01
Scritto da Annamaria avatar

papà-in-sala-parto

Il papà in sala parto oggi è una consuetudine ormai diffusa. Sono sempre di più i papà che decidono di stare in sala parto e assistere alla nascita del figlio. I padri sono divenuti figure importantissime in un momento unico della loro vita, sono importanti soprattutto per le mamme. In sala parto i papà la massaggiano, cercano di rilassarla e rassicurarla, sono una colonna su cui poter contare.

Prima di far entrare i papà in sala parto è opportuno frequentino un corso pre-parto, così da essere preparati, senza correre il rischio di sentirsi inadeguati. Durante il momento del parto ogni donna vuole essere confortata in modo diverso. C’è che non ama essere accarezzata e preferisce una vicinanza solo emotiva, c’è chi invece desidera il contatto attraverso, appunto coccole, massaggi e baci, ma l’uomo di casa riuscirà a renderla felice. (altro…)

Congedo paternità obbligatorio 2016

Feb 20
Scritto da Annamaria avatar

congedo-paternità-2016

Sapete già tutto sul congedo di paternità obbligatorio 2016? Se non è così, allora tenetevi ben informati, perché l’essere genitori è importante.
Per sostenere la genitorialità e per promuovere una cultura di condivisione dei compiti di cura dei figli all’interno della coppia, favorendo la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, la legge Fornero prevedeva che in via sperimentale dal 2013 al 2015 il padre lavoratore dipendente, entro i cinque mesi dalla nascita del figlio, avesse l’obbligo di astenersi dal lavoro per un giorno.
Entro lo stesso periodo di cinque mesi il padre lavoratore dipendente avrebbe potuto astenersi per un ulteriore periodo di due giorni, anche continuativi, previo accordo con la madre e in sua sostituzione. Per il periodo goduto in sostituzione della madre è riconosciuta un’indennità giornaliera, a carico dell’INPS, pari al 100% della retribuzione e per il secondo giorno, in aggiunta all’obbligo di astensione della madre, è riconosciuta un’indennità pari al 100% della retribuzione. (altro…)