Articoli della categoria ‘GRAVIDANZA’

Mamma nel 2019: benefici e agevolazioni

Gen 09
Scritto da Annamaria avatar

Per chi diventa mamma nel 2019 ci sono alcuni benefici e agevolazioni. Eccole qui di seguito.

Tra i benefici e agevolazioni se si è mamma nel 2019 c’è il Bonus Mamma Domani un contributo di 800 euro riconosciuto in un’unica soluzione che può essere richiesto al raggiungimento del 7° mese di gravidanza. Non bisogna rispettare alcun requisito legato al reddito. Lo stesso vale per il Bonus Nido, il rimborso spese riconosciuto a coloro che mandano i figli all’asilo nido (sia ai pubblici che ai privati). Questo non può essere superiore ai 1.500 euro l’anno (importo aumentato dall’ultima Legge di Bilancio) ed è suddiviso su 11 mensilità. (altro…)

Anemia in gravidanza

Gen 04
Scritto da Annamaria avatar

L’anemia in gravidanza non è poi così rara. Fino al 42%  delle donne in gravidanza è anemico. Per trattare  il problema, alle donne viene  prescritto ferro per via orale, ma fino al 70% di  queste ha problemi  gastrointestinali.

L’anemia in gravidanza potrebbe portare a un aumentato rischio di infezioni post partum e di depressione post partum. Per il bebè, invece, i rischi sono la nascita con un peso basso, la venuta al mondo pretermine, l’anemia nel corso dell’infanzia. Potrebbe persino avere un ritardo nella crescita costituzionale o cerebrale.

La carenza di ferro è deleteria, la sua funzione è quella di costituire l’emoglobina, che si trova nei globuli rossi e che serve a trasportare l’ossigeno a tessuti e muscoli. Buona parte del ferro viene invece accumulata nella ferritina come deposito. Ne servono solitamente 15 milligrammi al giorno, quantità che raddoppia quando si è in dolce attesa, sin dal primo mese di gestazione. (altro…)

Congedo maternità: necessari almeno 6 mesi

Dic 19
Scritto da Annamaria avatar

Per il congedo maternità sono necessari almeno 6 mesi, così la pensa la SIN, Società Italiana di Neonatologia.Il congedo di maternità dovrebbe essere di almeno 6 mesi, per agevolare le donne nel raggiungere il tempo minimo necessario per l’allattamento esclusivo al seno, primo ed ineguagliabile investimento che una madre può donare al proprio figlio”, sottolinea il Presidente della SIN commentando l’emendamento alla Legge di Bilancio 2018 che prevede una riforma del congedo di maternità, consentendo alle donne di poter scegliere di lavorare fino a pochi giorni dal parto, usufruendo dei 5 mesi di congedo ed astenersi dal lavoro esclusivamente dopo il parto. Sposta il problema sulla tutela del neonato e dell’allattamento materno. (altro…)

Parto positivo

Dic 11
Scritto da Annamaria avatar

Il parto positivo in casa fa proseliti. Anche Meghan Markle vorrebbe mettere al mondo il suo bebè così la prossima primavera. Secondo quanto riportato dal tabloid Express, la moglie del principe Harry vorrebbe partorire in casa, rinunciando alla convalescenza nella prestigiosa Lindo Wing, l’ala privata del St. Mary’s Hospital dove la cognata Kate Middleton ha dato alla luce i suoi tre figli, i principini George, Charlotte e Louis. E vorrebbe adottare la tecnica dell’Hypnobirthing, incentrata su esercizi di respirazione, meditazione, concentrazione e auto-ipnosi.

Il parto positivo, così è chiamato anche l’Hypnobirthing, consente di allontanare tutte le sensazioni negative che una donna potrebbe provare nel partorire il figlio. La duchessa del Sussex lo avrebbe scelto consigliata dalla mamma Doria Ragland. (altro…)

Congedo maternità: novità

Dic 06
Scritto da Annamaria avatar

Ci sono novità riguardo al congedo maternità: si potrà lavorare fino al giorno prima del parto, quindi al nono mese, sempre che chi è incinta non abbia problemi ovviamente. La normativa precedente resta comunque in vigore. La scelta spetterà alla donna.

La manovra di governo cambia il congedo maternità, amplia le possibilità. Tra le novità, quella più forte è proprio questa: rimanere al lavoro fino all’ultimo istante prima di partorire, previa la specifica autorizzazione del proprio ginecologo e di un medico esperto di sicurezza sul lavoro. In questo modo si potrà godere del periodo di astensione di 5 mesi dopo il parto sfruttando quelle settimane in più per stare con il proprio bambino. (altro…)

In gravidanza zero alcol

Dic 05
Scritto da Annamaria avatar

Come vi ho detto più volte, niente alcol quando si aspetta un bebè. Possiamo farcela. I rischi legati al consumo di alcolici con il pancione resta alto, quindi in gravidanza zero alcol. In questo contesto di prevenzione si inserisce la quarta edizione della campagna di informazione Se aspetti un bambino, l’alcol può attendere, realizzata dalla Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia e AssoBirra. (altro…)

Bambini: denatalità preoccupante

Nov 29
Scritto da Annamaria avatar

In Italia nascono sempre meno bambini. Il dato sulla denatalità è preoccupante. Il paese è sempre più fatto di anziani e più povero. Lo denuncia anche la SIN, la Società Italiana di Neonatologia.“In Italia nascono sempre meno bambini, un numero nettamente inferiore rispetto ai decessi (464.000 nati per 647.000 morti – Istat 2017), meno anche rispetto agli anni della prima e seconda Guerra Mondiale. Perdiamo ogni anno circa 180.000 persone, è come se città come Modena o Reggio Calabria fossero azzerate” , afferma il Presidente, Prof. Fabio Mosca, lancia l’allarme riguardo al difficile e preoccupante problema della denatalità in Italia. (altro…)

Dna del feto modificato in gravidanza

Nov 28
Scritto da Annamaria avatar

La polemica è insorta, voi cosa ne pensate del Dna del feto modificato in gravidanza? He Jiankui, il ricercatore cinese che pochi giorni fa ha annunciato di aver già fatto nascere due gemelle il cui genoma è stato modificato, durante l’International Summit on Human Genome Editing in corso a Hong Kong, ha fatto anche sapere che ci sarebbe una seconda gestazione in corso ai “primissimi stadi” con Dna del feto – degli embrioni, per essere più specifici – modificato in gravidanza. (altro…)