Articoli della categoria ‘GRAVIDANZA’

Seno in gravidanza: cura

Feb 04
Scritto da Annamaria avatar

E’ necessario avere una maggiore cura del seno in gravidanza, per evitare che si rovini. E’ una delle parti del corpo, insieme al ventre, che subisce la maggiore trasformazione durante la dolce attesa e ha bisogno di attenzioni.

La cura del seno in gravidanza parte dalla pulizia. Per evitare che la pelle diventi arida o troppo tirata, invece di usare saponi e doccia schiuma e acqua troppo calma, meglio usare il detergente delicato del viso tipo una mousse, arricchito da principi attivi vegetali lenitivi. (altro…)

Tatuaggi in gravidanza

Feb 02
Scritto da Annamaria avatar

Sono in molte, forse sempre di più quelle pazze dei tatuaggi. Ma si possono fare in gravidanza? Il tattoo è spesso un modo per rendere indelebile un momento importante della nostra vita. Io stessa ne ho tre che mi ricordano cose importanti.

Prima di farsi fare dei tatuaggi in gravidanza e in allattamento è innanzitutto necessario chiedere al proprio medico di riferimento. Questo perché l’inchiostro utilizzato, come anche la sostanza utilizzata per fissare il colore, possono essere pericolosi, data la natura potenzialmente tossica. (altro…)

Infezioni più pericolose in gravidanza

Feb 01
Scritto da Annamaria avatar

Quali sono le infezioni più pericolose in gravidanza? Si stima che oltre il 60% delle donne in tutto il mondo abbia almeno un’infezione durante la gestazione, succede più frequentemente durante il primo trimestre di gestazione. E’ importante fare attenzione e prevenire.

Tra le infezioni più pericolose in gravidanza c’è la vaginosi batterica che può causare problemi al bambino durante la gravidanza, aumentando il rischio di parto prematuro e peso ridotto alla nascita.Va trattata con una terapia antibiotica prescritta dal ginecologo: mai affidarsi al ‘fai da te’. (altro…)

Ecografia strutturale

Gen 31
Scritto da Annamaria avatar

L’ecografia strutturale di solito si fa tra la 19esima e la 21esima settimana di gravidanza. E’ consigliata, ma non obbligatoria. E’ un accertamento diagnostico che serve per valutare gli organi interni del feto e così conoscere l’effettivo stato di salute: si osserva la loro forma e la completezza della loro struttura. (altro…)

Parto: rooming-in

Gen 28
Scritto da Annamaria avatar

Il rooming-in consente alla madre di rimanere vicino al proprio bambino dopo il parto. Dopo la vicenda accaduta al Pertini di Roma, dove una madre ha soffocato il neonato nel sonno, da giorni si discute su questa pratica, il dibattito è molto acceso.

Alessandra Bellasio, ostetrica e divulgatrice sanitaria su Unimamma, spiega al Fatto che questa procedura è stata “introdotta in numerosi ospedali del nostro Paese a partire dagli anni 80, sulla base del modello Unicef e Oms. Ed è una pratica che permette alla madre di restare in contatto con il suo bambino fin da subito, nella stessa stanza senza essere separati”. (altro…)

Baby Brain

Gen 26
Scritto da Annamaria avatar

Il baby brain è una sorta di annebbiamento mentale che, secondo una ricerca della Deakin University di Melbourne, pubblicata sul Medical Journal of Australia, accusano 4 donne su 5.  Provoca abbassamenti della memoria e confusione mentale. (altro…)

Mamme e accudimento post parto

Gen 25
Scritto da Annamaria avatar

In questi giorni si discute molto sulle mamme e l’accudimento post parto. Quel che è successo al Pertini di Roma, dove un neonato è morto soffocato tra le braccia della madre, che si è addormentata dopo averlo messo al mondo, fa sì che si ragioni sul fatto che spesso le donne non trovano risposte adeguate ai loro bisogni nelle strutture ospedaliere.

Le mamme hanno bisogno di un buon accudimento post parto. “L’ospedale ha protocolli rigidi e la donna ha perso la sua unicità – sottolinea Alessandra Bramante, psicologa, psicoterapeuta perinatale e presidente della Società Marcé Italiana per la Salute Mentale Perinatale, al Corriere della SeraOccorre che la società, i medici, gli ospedali guardino alle donne in modo personalizzato perché non tutte le future mamme e non tutti i parti sono uguali. Per fare un esempio, gli standard ospedalieri prevedono che una donna che partorisce con il cesareo il giorno dopo debba essere in piedi e in grado di occuparsi del neonato, ma non è per tutte così. Se pensiamo a qualsiasi altra operazione, infatti, i tempi di degenza vengono decisi valutando la situazione del singolo paziente. Perché non può essere così anche per il parto?”. (altro…)

Certificato di gravidanza: a cosa serve

Gen 21
Scritto da Annamaria avatar

Il certificato di gravidanza, ora telematico, è un documento che attesta lo stato di dolce attesa della donna che lo richiede,: ma a cosa serve?

Il certificato di gravidanza deve essere consegnato all’Inps. A cosa serve è semplicissimo: fa sì che vengano riconosciuti alla donna incinta i suoi diritti per la sua condizione di futura mamma, compresi quelle del puerperio, 40 giorno dopo il parto. (altro…)