Articoli taggati come ‘ricetta’

Japanese cotton cheesecake

Lug 08
Scritto da Annamaria avatar

E’ la versione del Sol Levante di un dolce americano, forse il più famoso. Stiamo parlando del japanese cotton cheesecake. Mia figlia ne va matta per la sua consistenza morbidissima, quasi stessi gustando una nuvola.

Japanese cotton cheesecake

Per realizzare il japanese cotton cheesecake, che in estate, col caldo, va benissimo, occorre avere:

250 grammi di firmaggio fresco spalmabile

5 uova medie

160 grammi di zucchero

50 grammi di farina 00

100 ml di latte intero

1 grammo di cremor tartaro

100 grammi di burro

20 grammi di amido di mais

Zucchero a velo q.b.

Iniziamo col dire che tutti gli ingredienti devono essere a temperatura ambiente, quindi pensateci un po’ prima di realizzare il japanese cotton cheesecake. Mettete dell’acqua in una teglia capiente e scaldate in formoin modalità statica a 180°,così l’acqua sarà sufficientemente calda per la  cottura a bagnomaria del dolce. Prendete le uova e separate i tuorli dagli albumi: montate gli albumi con il cremor tartaro e aggiungete anche 80 grammi di zucchero con le fruste in funzion. Quando il composto sarà ben spumoso, spegnetele e pulitele.

In una ciotola versate il formaggio fresco spalmabile, unite la restante parte dello zucchero e lavorate il tutto utilizzando di nuovo le fruste pulite. Poi versate il latte mentre continuate a lavorare il composto. Quando si sarà assorbito, aggiungete anche il burro ammorbidito tagliato a pezzettini. Con la fruste sempre in funzione, aggiungete poco alla volta la farina e l’amido di mais.

Unite i tuorli, continuate a lavorare il composto per farli assorbire. Riprendete gli albumi montati in precedenza e uniteli in ciotola un po’ per volta e amalgamate via, via. Imburrate e infarinate uno stampo, versate il composto. Sistemate la pirofila nella teglia a bagnomaria. Infornate il tutto nel ripiano più basso del forno e cuocete quindi per 20 minuti a 180°, dopodiché abbassate la temperatura a 160° e proseguite per altri 70 minuti. Una volta cotto il dolce spegnete il forno, eliminate la teglia con il bagnomaria e lasciate raffreddare completamente la cheesecake. Quando sarà freddo, ponete in frigo per almeno 3 ore. Il gioco è fatto.

Pomodori ripieni di riso

Lug 01
Scritto da Annamaria avatar

I pomodori ripieni di riso sono un piatto sfizioso ottimo in estate per adulti e bambini. Conquisteranno tutti e non sono difficile da preparare.

Per fare a casa i pomodori ripieni di riso occorre avere:

  • 6 pomodori rossi tondi grandi
  • 250 g di riso arborio
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 2 rametti di menta
  • basilico
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe

Lavate e asciugate i pomodori. Con un cotellin otagliateli in cima in modo da ricavare delle calottine che andranno riposizionate sopra. Tenetele da parte. Aiutandovi con un cucchiaino svuotate i pomodori raccogliendo la polpa in una ciotola. Capovolgete i pomodori e lasciateli scolare. Frullate la polpa di pomodoro e filtratela con un colino in modo da rimuovere i semi. Tritate l’aglio con la menta, il basilico e il prezzemolo e aggiungeteli alla polpa di pomodoro frullata. Aggiungete il riso crudo che avrete sciacquato sotto acqua corrente e condite con olio, sale e pepe. Lasciate insaporire per 1 ora.

Adagiate i pomodori all’interno di una teglia foderata di carta forno. Riempiteli con il composto preparato aiutandovi con un cucchiaio e copriteli con le rispettive calottine. Irrorateli con olio extravergine di oliva e cuoceteli nel forno già caldo a 180° per 50-55 minuti. A Roma i pomodori ripieni di riso si servono con le patate al forno, più calorici ma davvero squisiti

Panna cotta allo yogurt e pesche

Giu 24
Scritto da Annamaria avatar

Per i nostri dolci estivi, da preparare ai bambini e ai golosoni di casa, usiamo la frutta di stagione. Oggi realizziamo la panna cotta allo yogurt e pesche. Cosa bisogna avere in casa? Per 4 porzioni di panna cotta allo yogurt e pesche è necessario:

panna cotta allo yogurt e pesche
  • 250 ml di panna fresca
  • 125 ml di latte intero
  • 190 g di yogurt greco
  • 1 cucchiaino di essenza di vaniglia
  • 60 g di zucchero a velo
  • 6 g di gelatina in fogli

Per il coulis invece: 

  • 3 pesche gialle mature grandi
  • 50 g di zucchero a velo
  • il succo di 1 limone

Mettete in ammollo la gelatina in una ciotola contenente acqua fredda per circa 10 minuti. Versate il latte e la panna in un pentolino a fuoco basso e portateli a bollore. Togliete dal fuoco, unite lo zucchero a velo e mescolate fino a quando si sarà completamente sciolto. Aggiungete la gelatina ammollata e ben strizzata, la vaniglia e mescolate fino a ottenere un composto omogeneo. Fate raffreddare. Incorporate lo yogurt greco e amalgamate bene usando la frusta. Versate il tutto all’interno di 4 bicchieri e mettete in frigorifero per 4 ore. Per il coulis, adesso, sbucciate e denocciolate le pesche, mettetele insieme allo zucchero a velo e al succo di limone all’interno di un contenitore dai bordi alti e frullate con il mixer a immersione. Versate la salsa all’interno dei bicchieri solo quando la panna cotta sarà raffreddata e solida e servite.

Clafoutis ciliegie e mandorle

Giu 17
Scritto da Annamaria avatar

E’ un dolce francese che adoro per la sua consistenza cremosa. La clafoutis ciliegie e mandorle è una vera leccornia. Semplice e veloce da preparare, è perfetto in questa stagione, col caldo. E i bambini si leccheranno i baffi a merenda: vedrete!

clafoutis ciliegie e mandorle

Per preparare il clafoutis ciliegie e mandorle in casa vi occorre avere:

  • 280 g di ciliegie 
  • 220 ml di bevanda di soia
  • 110 g di zucchero
  • 40 g di farina di tipo 0
  • 30 g di farina di riso 
  • 30 g di mandorle 
  • 10 g di burro e 20 g di zucchero per la tortiera
  • 2 cucchiai di nettare di frutta 
  • 2 cucchiai di zucchero a velo per decorare
  • 2 cucchiaini di estratto di vaniglia
  • 2 uova
  • 1 pizzico di sale
  • 1/2 cucchiaino di cannella

Iniziamo lavando e asciugando le ciliegie. Eliminare il picciolo e togliere il nocciolo senza romperle.Frullare finemente le mandorle fino a farle diventare una farina. In una ciotola capiente versare quindi la farina di mandorle, lo zucchero, le farine e il sale. Sgusciare le uova, sbatteterle con le fruste e aggiungere la vaniglia, la cannella e il nettare di frutta. Unire al composto delle farine il composto di uova poco per volta: si dovrà ottenere una specie di pastella. Imburrare una tortiera di circa 28 cm poi spolverarla con lo zucchero. Poggiare delicatamente nella tortiera tutte le ciliegie. Ricoprire le ciliegie con la pastella e infornate a 180° per 40 minuti. La superficie del dolce deve essere consistente e dorata. Sfornare il clafoutis alle ciliegie e mandorle e farlo raffreddate. Spolverarlo con lo zucchero a velo. Servire freddo..

Riso pizza

Giu 10
Scritto da Annamaria avatar

E’ buono anche un po’ freddo, piatto unico sostanzioso per i bambini di casa e per gli eventuali loro amichetti. Se avete bisogno di una ricetta veloce a pranzo, cucinate il riso pizza: sarà un successo.

Per fare il riso pizza per quattro persone in casa occorre avere:

250 grammi di riso per risotti

1 uovo

1 mozzarella grande

100 grammi di parmigiano reggiano

400 grammi di passata di pomodoro

Origano

Basilico

Olio extra vergine d’oliva

Iniziamo lessando il riso in una capiente pentola in acqua bollente e leggermente salata. Quando sarà cotto, toglietelo al dente, unitelo al parmigiano e all’uovo, precedentemente messi un una terrina. Quando sarà bene amalgamato, disponetelo su una teglia, precedentemente foderata con carta forno. Date al riso una forma tonda, come, appunto, se fosse una pizza. Farcite con la passata di pomodoro, la mozzarella sgocciolata e finemente tagliata in pezzetti, aggiungete anche olio d’oliva extravergine, basilico e origano. Salate se necessario ulteriormente. Ora cucinate il formo per una ventina di minuti. Sarà spaziale.

Pasta con crema di piselli e ricotta

Giu 03
Scritto da Annamaria avatar

Volete dare un pranzo nutriente ai bambini che ora finiranno la scuola e saranno più tempo con voi senza fare troppa fatica? Cucinate loro la pasta con crema di piselli e ricotta: gli piacerà sicuramente.

pasta con crema di piselli e ricotta

Per preparare la pasta con crema di piselli e ricotta occorre avere per 4 persone:

450 grammi di pasta

500 grammi di pisellini

1 carota

1 cipolla

250 grammi di ricotta

30 grammi di parmigiano reggiano grattugiato

4 foglie di basilico

Olio d’oliva extra vergine

Sale

Pelate e tagliate finemente la cipolla e la carota, versate un po’ d’olio nella padella, unite la cipolla, rosolate, unite le carote e rosolate ancora. Aggiungete i piselli, aggiustate di sale, lasciate insaporire e coprite con circa mezzo litro d’acqua. Cuocete a fiamma media e senza coperchio per circa 30 minuti, in caso l’acqua evapori in fretta, aggiungete ancora. evaporati quasi tutti i liquidi, spegnete il fornello.

Mettete i piselli e l’eventuale brodino rimasto nel frullatore, unite anche la ricotta, il parmigiano grattugiato, il basilico e frullate il tutto fino a ottenere una crema omogenea. Cuocete la pasta e scolatela al dente, mettendo da parte un po’ d’acqua di cottura. Raccoglietela nella padella dove avete cucinato i piselli, unite la crema, aggiungendo un po’ d’acqua di cottura. La vostra pasta con crema di piselli e ricotta è pronta.

Finta carbonara

Mag 27
Scritto da Annamaria avatar

A molti non piace l’uovo, alcuni mal lo digeriscono, tra questi ci sono anche i piccoli di casa. Allora perché non fare la finta carbonara? E’ squisita lo stesso.

finta carbonara

Per realizzare la ricetta della finta carbonara, variante leggera e gustosa, a casa occorre avere (per 4 persone):

360 grammi di spaghettoni

400 grammi di formaggio cremoso, tipo Philadenphia

200 grammi di guanciale

2 bustine di zafferano

Olio d’oliva extra vergine

Sale

Pepe

In una padella capiente, nella quale poi saranno saltati gli spaghetti, mettete un filo d’olio e riscaldatelo. poi aggiungete i cubetti di guanciale e fateli rosolare fino a quando non diventeranno croccanti. A questo punto unite il formaggio cremoso e lo zafferano, mescolate e amalgamate. La salsina ottenuta sarà quella che userete per il condimento. Spengete quindi il fornello.

Cuocete nella pentola a bordo alto apposita gli spaghetti in abbondante acqua salata e scolateli al dente. Versateli direttamente nella padella con dentro il condimento. Fate saltare la pasta fino a quando gli spaghetti alla finta carbonara non saranno completamente ricoperti di salsina, insaporiti. Aggiungete, a seconda del vostro gusto, un po’ di pepe. Potete servirli a tavola, per la felicità di chi non ama le uova crude e chi, purtroppo non può o non riesce a mangiarle. I vostri famigliari rimarranno stupiti.

Budino alla vaniglia

Mag 20
Scritto da Annamaria avatar

E’ fresco e sempre verde. Una ricetta classica che mi preparava mamma quando ero bambina. Sto parlando del budino alla vaniglia. Come realizzarlo in casa senza troppo sforzo, per far felici i nostri bimbi quando devono far merenda il pomeriggio?

Budino alla vaniglia
Budino alla vaniglia

Per fare il budino alla vaniglia vi occorre avere:

500 ml di latte

2 uova

120 grammi di zucchero

30 grammi di amico di mais

2 cucchiaini di estratto alla vaniglia

4 bicchieri dove metterlo

Sul bancone della cucina mettiamo i quattro bicchieri dove verseremo il budino alla vaniglia. Ora procediamo. Scaldiamo il latte in un pentolino, senza portarlo però a ebollizione. In un altro pentolino versiamo lo zucchero, le uova, l’amido di mais e i due cucchiaini di estratto di vaniglia. Amalgamiamo il tutto usando una frusta. Quando il latte sarà caldo, versiamoli quindi in questa pentola, ma facciamolo piano, un po’ per volta. Facciamo cuocere, continuando a mescolare, fino a quando la crema si addenserà. Trascorreranno circa 5 minuti. Attenzione a tenere la fiamma bassa, così che il fondo del budino non si carbonizzi.

Togliamo il pentolino dal fuoco e con un mestolo versiamo la crema di budino in ogni bicchiere. Mettiamo i bicchieri in frigorifero. Prima che il dolce squisito sia pronto dovranno passare almeno un paio di ore. Potete servirlo con biscotti tipo lingue di gatto. Sarà pazzesco.