Articoli della categoria ‘PANCIONE E PARTO’

Capelli? Cambiano dopo il parto

Ott 07
Scritto da Annamaria avatar

Perché i capelli cambiano dopo il parto? In realtà la chioma nel corso della vita cambia spesso. Io, ad esempio, ora sono riccia, da bimba invece ero ‘liscia, liscia’. Strano ma vero.

I capelli cambiano dopo il parto e non solo. Nel corso dell’esistenza possono addirittura mutare colore e consistenza, si rinnovano periodicamente: l’attività ciclica del follicolo produce un capello “nuovo” ogni 3-7 anni.

Le fasi dei capelli posso essere divise in tre parti: la fase di crescita, detta Anagen, è quella in cui il follicolo è in piena attività proliferativa. E’ la fase più lunga, dura 5-6 anni. La durata dell’Anagen tende ad accorciarsi con la vecchiaia. Poi c’è la fase di fase di riposo, detta Catagen, in cui il follicolo arresta la sua attività e il capello non si allunga più. (altro…)

Birth trauma

Ott 04
Scritto da Annamaria avatar

Il birth trauma è un disturbo da stress dovuto a problemi e incidenti che sono accaduti durante il parto. Può causare notevoli problemi alle donne. In Inghilterra le neomamme lo hanno fatto conoscere.

Incidenti e disturbi nella delicatissima fase del parto possono creare il cosiddetto birth trauma. Non si sta parlando di baby blues o depressione post-partum, disturbi ormai abbastanza noti, ma di birth trauma, come già sottolineato disturbo da stress legato a traumi ed esperienze spiacevoli durante il parto o la gravidanza.

(altro…)

Valigia per il parto

Set 24
Scritto da Annamaria avatar

La valigia per il parto deve essere lì, pronta e deve contenere tutto il necessario per mamma e il bebè che arriverà. Si dovrebbe preparare dal settimo mese di gravidanza nel caso si verifichi qualsiasi tipo di evento imprevisto, che obblighi la mamma ad un ricovero o un parto prematuro.
Di solito chi frequenta un corso preparto avrà ricevuto tutte le indicazioni su cosa mettere dentro la valigia per il parto. E’ possibile che ogni ospedale, clinica, o struttura possa avere delle richieste abbastanza precise o delle indicazioni generali su cosa dovrebbe essere utile alla mamma e al bambino durante il ricovero.

Una valigia per il parto perfetta dovrebbe contenere tutto l’occorrente per mamma e bambino. (altro…)

Parto: una mamma su 5 maltrattata?

Set 20
Scritto da Annamaria avatar

Una mamma su 5 si è sentita maltrattata durante il parto. O anche solo insultata. E’ incredibile, ma è quanto emerge da un’indagine nazionale sul tema, come fa sapere La Repubblica.

Il parto è un momento in cui bisognerebbe sentirsi protette e al sicuro, se una mamma su 5 si è sentita maltrattata non va assolutamente bene.

Eppure una mamma su 5 si è sentita maltrattata nel bel mezzo del parto. Sono circa 1 milione le madri in Italia, “il 21% del totale, che affermano di essere state vittime di una qualche forma di violenza ostetrica, fisica o psicologica, alla loro prima esperienza di maternità”. (altro…)

Sentirsi in forma dopo il parto

Set 16
Scritto da Annamaria avatar

Come sentirsi subito in forma dopo il parto? Anche se non si è al massimo, ci sono dei trucchetti…

Per sentirsi in forma dopo il parto si può, ad esempio, usare la pancera per celare l’effetto della pancia ancora molle. In questo modo si riduce pure di qualche centimetro la irconferenza della vita. La pancera fa pure bene perché sostiene gli organi interni e aiuta i tessuti a ricompattarsi dopo la gestazione. Se decidete di usarla, sceglietene una in tessuto naturale e che non vi comprima eccessivamente l’addome: serve a sostenere, non a stringere e basta. (altro…)

Parto pretermine

Set 07
Scritto da Annamaria avatar

Il parto pretermine, o parto prematuro, è un parto che avviene tra la 20esima e la 37esima settimana di gestazione, considerato che la durata della maggior parte delle gravidanze è di circa 40 settimane.

Il parto preternime è purtroppo la causa principale delle morti e malattie neonatali a lunga prognosi. Si verifica per motivi sconosciuti. I bimbi nati nella 37esima o 38esima settimana sono associati a qualche rischio in più rispetto ai nati a termine. La nascita prima del termine è la causa più comune di morte infantile e di disabilità a lungo termine nei bambini; molti organi, compresi cervello, polmoni e fegato, sono infatti ancora in via di sviluppo nelle ultime settimane di gravidanza. prima si partorisce, quindi, e maggiore è il rischio di possibili invalidità per i neonati. (altro…)

Pedalata in acqua

Set 01
Scritto da Annamaria avatar

Subito dopo il parto, dopo nove mesi di gestazione e inevitabilmente qualche chilo in più, si pensa a come ritornare in forma. Camminare, e tanto, anche solo a passo svelto, aiuta. C’è un nuovo metodo, però, per drenare, tonificare, combattere la cellulite e snellire nuovamente la propria figura: la pedalata in acqua, un metodo AcquaGo.

La pedalata in acqua nelle cabine singole, il cosiddetto Guscio, regala un mare di benefici. Inutile dirvi che la pedalata è aiutata e addolcita dall’acqua. La circolazione migliora, acquistate tonicità, si bruciano calorie e il corpo si assottiglia. La figura viene modellata, si riducono ritenzione idrica e cellulite con risultati evidenti sulle gambe e sul girovita. C’è di più. Una speciale miscela di acqua e ozono stimola inoltre il rinnovo della pelle, che risulta più compatta e levigata. (altro…)

VBAC

Lug 29
Scritto da Annamaria avatar

VBAC è l’acronimo inglese per Parto Vaginale dopo Cesareo (Vaginal Birth After Cesarean), cioè partorire naturalmente dopo cesareo. E si può.

L’acronimo VBAC è stato coniato negli Stati Uniti negli anni ’70, è importante sottolineare che il VBAC può avvenire anche dopo 2 o più cesarei, in questo caso si usa il termine VBAC2C, ossia parto vaginale dopo due cesarei.

Le linee guida sul taglio cesareo dell’Istituto Superiore di Sanità Italiano affermano che le prove scientifiche disponibili, evidenziano che sottoporre la donna a tagli cesarei ripetuti aumenta la morbosità (cioè la possibilità di complicazioni) e mortalità materne e perinatali. Raccomanda anche di offrire a tutte le donne che hanno già partorito con cesareo la possibilità di travagliare e partorire per via vaginale. (altro…)