Articoli della categoria ‘PANCIONE E PARTO’

Dieta in allattamento per mamme vegane e vegetariane

Set 06
Scritto da Annamaria avatar

La dieta in allattamento dopo il parto deve essere bilanciata e ricca di alimenti vari, per quanto le mamme vegane e vegetariane, ci sono alcune accortezze da seguire, per far sì che il latte della nutrice sia completo e dia tutto quel di cui ha bisogno il bebè.

Della dieta in allattamento per mamme vegane e vegetariane si è molto discusso, penso sia meglio attenersi però ai consigli degli esperti. E’ opportuno che ogni donna che abbia fatto questa scelta di vita per quel che riguarda il suo regime alimentare si rivolta al proprio medico di fiducia prima di fare un qualcosa di sbagliato. (altro…)

Emorroidi e perdita di urina post parto: rimedi

Set 05
Scritto da Annamaria avatar

Nel post parto non è tutto rose e fiori. Alcune donne possono avere le emorroidi e la perdita di urina, capita quasi a tutte (e chi dice di no o lo omette o si imbarazza a confessarlo). Ecco alcuni rimedi per questi problemi.

Per le emorroidi e la perdita di urina post parto i rimedi ci sono. Non vi preoccupate. Non è così drammatica la situazione! Anzi… (altro…)

Parto in ipnosi

Ago 28
Scritto da Annamaria avatar

Il parto in ipnosi è molto apprezzato. Diventato famoso grazie a Kate Middleton e Meghan Markle, consente di non sentire dolore durante la fase di travaglio. L’approccio dolce conquista tutte le donne e sono molte quelle che vorrebbero dare alla luce in proprio bebè così. A Torino presto potranno farlo. All’ospedale Mauriziano dall’autunno alcune ostetriche offriranno, nell’ambito dei corsi di accompagnamento alla nascita, la possibilità di apprendere la tecnica dell’autoipnosi. (altro…)

Parto eutocico, parto distocico: differenze

Ago 02
Scritto da Annamaria avatar

Il parto naturale può essere un parto eutocico e un parto distocico: quali sono le differenze?

Ci sono alcune sostanziali differenze tra il parto eutocico e il parto distocico: è bene chiarire quali.

Il parto eutocico è quello in cui il bambino viene espulso senza impiego di strumenti come la ventosa o il forcipe e senza che alla madre venga indotto il travaglio con l’ossitocina. E’ il modo più naturale che c’è per mettere al mondo il proprio figlio. Questo tipo di parto ha quattro fasi: la prima è quella prodromica o preparatoria, con le contrazioni, la seconda è la fase dilatante, in cui le contrazioni si fanno regolari, la terza è la fase espulsiva, in cui nasce il bambino, la quarta è quella di secondamento, in cui viene espulsa anche la placenta. (altro…)

Partorire in estate: 10 regole

Lug 07
Scritto da Annamaria avatar

Partorire in estate non è così difficile come si crede, basta seguire 10 regole fondamentali che vi aiuteranno un bel po’.

Ci sono 10 semplici regole da tenere a mente, partorire in estate sarà meno complicato, soprattutto quando la temperatura fuori è così alta.

Ecco le 10 regole per partorire in estate in tranquillità:

1 – Dato che in ospedale farà caldo, non come all’esterno, ma abbastanza, portare un blocchetto di ghiaccio istantaneo per rinfrescarsi

2 – Mettere in valigia camicie da notte smanicate e comode (altro…)

Piano parto

Giu 19
Scritto da Annamaria avatar

Il piano parto quando si è quasi agli sgoccioli con la gravidanza può essere utile. Puoi interpretarlo come fosse una lista dei desideri su come vorresti partorire, affinché ti possa sentire sicura, protetta e coccolata. Tantissime mamme in tutta Europa già da molto tempo redigono un piano parto, una serie di domande a cui dare la propria risposta, per poi consegnare tutto all’ostetrica di fiducia, che ne giorno della venuta al mondo del tuo bebè ti accontenterà.

La lista di domande del piano parto è varia e variegata. Per dare una mano a chi non ha mai messo in conto di compilarmi, qui di seguito le domande più comuni, ma se tu lo vorrai, potrai, chiaramente, aggiungerne delle altre e poi, chiaramente, rispondere. (altro…)

Diastasi mamme: patologia

Giu 11
Scritto da Annamaria avatar

La diastasi colpisce molte mamme. E’ una patologia. Una mamma su tre ne soffre dopo il parto: le fasce addominali, che normalmente si aprono durante la gravidanza, non si richiudono nei primi 9 mesi immediatamente dopo il parto, lasciando un  vero e proprio buco nella fascia centrale della pancia delle donne, che può causare diversi disturbi funzionali.

La diastasi nelle mamme deve essere roconosciuta come una patologia. Emma Gadda, di Varese, è la fondatrice del gruppo Diastasi Mamme che conta oltre 6 mila iscritte in tutta Italia, che ha come obiettivo quello di diffondere la consapevolezza di questa malattia per promuovere dei percorsi risolutivi che, in assenza di esercizi fisici, sono chirurgici. Serve l’addominoplastica, di cui recentemente la Regione Lombardia ha riconosciuto il rimborso del Servizio sanitario. “Ma solo se la separazione tra le fibre muscolari supera i 5,1 cm”, precisa Emma Gadda che non ne è felice. (altro…)

Parto in casa per la SIN da evitare

Giu 06
Scritto da Annamaria avatar

Il parto in casa è rischioso. Per la SIN, Società Italiana di Neonatologia,  è da evitare. Lo sottolinea ancora una volta, precisando che l’ospedale è il luogo più sicuro dove dare alla luce un bambino.

La scelta di partorire in casa rappresenta lo 0.5-2% dei casi a seconda delle aree geografiche. In Italia non ci sono dati precisi, ma si stimano circa 500 parti all’anno a domicilio o in casa maternità, quindi lo 0,1% dei circa 450.000 nati l’anno. Alcune donne optano per il parto in casa, in una visione più olistica della gravidanza, da vivere in un ambiente più intimo e confortevole, come quello domestico. Da quando è iniziata la diffusione del parto in ospedale, grazie alla costruzione degli stessi durante la metà del secolo scorso, tuttavia, si è considerevolmente ridotta la mortalità e la morbilità materna e neonatale, che attualmente hanno raggiunto in Italia livelli di assoluta eccellenza. (altro…)