Articoli taggati come ‘gatto’

Gravidanza e toxoplasmosi

Lug 27
Scritto da Annamaria avatar

gravidanza-e-toxoplasmosi

Donne in gravidanza e toxoplasmosi: le nostre mamme ci hanno insegnato che da incinte non dobbiamo toccare i gatti e se li abbiamo, dobbiamo darli momentaneamente ‘in affido’, a causa del rischio di toxoplasmosi che può danneggiare il nascituro. E’ proprio così?

In gravidanza bisogna stare attenti a non prendere la toxoplasmosi, certo, ma è pure opportuno sfatare alcuni miti.
La toxoplasmosi è una malattia causata dal parassita Toxoplasma gondii, che spesso si trova nel corpo di un adulto, senza che lo si sappia o si abbiano i sintomi.
Anche nei casi in cui la presenza del parassita causi la malattia, in genere la toxoplasmosi si manifesta in maniera lieve; può esserci un rigonfiamento dei linfonodi e possono arrivare sintomi semi-influenzali che possono, in alcuni casi, persistere per diverse settimane. (altro…)

Toxoplasmosi

Apr 07
Scritto da Annamaria avatar

Chi ha sempre pensato che fosse il gatto la causa di maggior contagio per quel che concerne la toxoplasmosi, è stato smentito. I gatti d’ora in poi possono dormire sonni tranquilli anche nelle case di donne in dolce attesa, basta avere le giuste precauzioni per quel che riguarda l’igiene quotidiana.
Una recente ricerca ha messo nero su bianco che a essere colpevoli del contagio da toxoplasmosi sono le carni poco cotte, il contatto con terriccio contaminato e la permanenza in paesi con scarse norme igieniche.
Lo studio in questione è stato realizzato da un gruppo di epidemiologi britannici, coordinati dal dottor A. Cook. (altro…)

Cani e gatti diminuiscono il rischio allergie

Giu 14
Scritto da Annamaria avatar

In estate i ‘cattivi’ che decidono di abbandonare i loro animali per strada sono tanti. Purtroppo. Per chi decide di ‘liberarsi’ di un cane o un gatto adducendo come scusa l’aumento del rischio allergie per i propri figlioletti sono tempi duri.
Una ricerca del Department of Public Health Sciences dell’Henry Ford Hospital di Detroit, negli Stati Uniti, mette fine a questa inutile leggenda: avere tra le quattro mura un quattro zampe con un neonato non aumenta, anzi, diminuisce il rischio di sviluppare allergie.

(altro…)