Articoli taggati come ‘malattia’

Rotavirus

Giu 09
Scritto da Annamaria avatar

Il rotavirus è la causa più comune della gastroenterite tra i neonati e i bambini al di sotto dei 5 anni. Causa disidratazione e forte diarrea.

Noi genitori spesso sappiamo poco del rotavirus. Come chiarisce l’Ospedale Bambino Gesù “la gastroenterite da rotavirus è una malattia diffusa in tutto il mondo. Il rotavirus è presente nell’ambiente in 6 diverse specie ed è la causa più comune di gastroenterite virale fra i neonati e i bambini al di sotto dei 5 anni. In particolare, nei bambini molto piccoli (tra i 6 e i 24 mesi) il virus può causare una diarrea grave e disidratazione. Il virus esiste in diverse forme, ma l’infezione è pericolosa solo quando provocata dai rotavirus A (e in misura minore da quelli B e C). L’aver contratto il virus una volta non dà immunità sufficiente, anche se le infezioni che si contraggono negli anni successivi e in età adulta tendono a presentarsi in forma più leggera”.  (altro…)

Vademecum Unicef bambini Coronavirus

Mar 28
Scritto da Annamaria avatar

Come parlare ai bambini del Coronavirus. Il vademecum dell’Unicef può aiutare noi genitori. “Con tante informazioni che ascoltiamo ogni giorno è comprensibile che i nostri figli si sentano in ansia. I bambini potrebbero avere difficoltà a capire quello che vedono online o in TV – o che sentono da altre persone – e quindi possono essere particolarmente vulnerabili a sviluppare una sensazione di ansia, stress e tristezza”, spiega Francesco Samengo, Presidente dell’Unicef Italia. (altro…)

Coronavirus attacca poco i bambini

Feb 26
Scritto da Annamaria avatar

Il Coronavirus attacca poco i bambini, questo, forse, da genitori ci tranquillizza un po’ in questi giorni di caos estremo ed emergenza contagi in Italia, soprattutto in alcune regione del Nord. Ci sono alcuni piccoli nel nostro Paese positivi al virus: una bimba italiana di 4 anni di Castiglione d’Adda, epicentro del focolaio in Lombardia, altri due di 10 e 15 anni e poi una bambina di 8 anni in Veneto, contagiata molto probabilmente dal primo paziente di Limena. Tutti però stanno abbastanza bene e hanno sintomi lievi della malattia. (altro…)

Proteggere bambini dal Coronavirus

Feb 22
Scritto da Annamaria avatar

Proteggere i bambini dal Coronavirus, si può? Certo, o meglio, si può cercare di limitare i danni e proteggere i bambini, con cinque semplici mosse, dal Coronavirus e altre infezioni.

Un video postato su Facebook la Società italiana di pediatria (Sip) spiega come proteggere i bambini dal Coronavirus. La prima regola per proteggere i bambini dal Coronavirus è assicurare sempre un’adeguata igiene delle mani, lavandole con acqua e sapone e aiutando i più piccoli a farlo accuratamente. (altro…)

Cardiopatie congenite bambini: prevenzione

Feb 13
Scritto da Annamaria avatar

Le cardiopatie congenite rappresentano il 40% di tutte le malformazioni diagnosticabili subito dopo il parto e provocano il 4% delle morti che avvengono nel periodo neonatale, cioè nei primi 28 giorni di vita dei bambini. La prevenzione è importantissima, come afferma la Società Italiana di Neonatologia (SIN) e la Società Italiana di Cardiologia Pediatrica e delle Cardiopatie Congenite (SICP), in occasione della Giornata Mondiale delle Cardiopatie Congenite, che ricorre il 14 febbraio.

I genitori devono essere sensibilizzati sulla prevenzione delle cardiologie congenite nei bambini. Sono patologie che possono essere diagnosticate durante la gravidanza, grazie allo sviluppo sempre maggiore delle tecniche di imaging, come tipicamente l’ecografia e, anche se in termini sperimentali e particolarmente selezionati, la risonanza magnetica nucleare. Le ecografie di primo livello eseguite in gravidanza sono in grado di identificare una cardiopatia congenita in circa il 50-60% dei casi (considerando tutti i tipi di cardiopatia). E’ importante, pertanto, il ruolo diagnostico del cosiddetto “Test combinato” che prevede la valutazione di esami ematici, parametri clinici ed ecografici, al fine di stimare un rischio di patologia genetica fetale. Tale test permette di indirizzare tutti i futuri genitori con gravidanze a rischio verso una diagnostica di livello più elevato. (altro…)

Gravidanza: fat shaming

Gen 12
Scritto da Annamaria avatar

In gravidanza il ‘fat shaming’ è dannoso sia per la salute della mamma che per quella del bebè. Molte volte non ci si regola con battute fuori luogo sul peso preso da alcune donne in dolce attesa, pensando che non crei tensioni nella donna: sbagliato!

“Studi dimostrano che il fat shaming è collegato a un aumento di peso maggiore, maggiore produzione di cortisolo e maggiore infiammazione”, spiega Angela Incollingo del Worcester Polytechnic del Massachusetts al Corriere della Sera. In gravidanza bisogna andarci ancora più cauti con l’ossessione del peso. (altro…)

Bambini: gaming disorder

Nov 13
Scritto da Annamaria avatar

Il gaming disorder dal maggio scorso è riconosciuta ufficialmente dall’OMS, l’Organizzazione mondiale della Sanità, come malattia. I bambini possono esserne affetti. La dipendenza da videogiochi riguarda molti di loro.

Per gaming disorder si intende “una serie di comportamenti persistenti o ricorrenti legati al gioco, sia online che offline, manifestati da: un mancato controllo sul gioco; una sempre maggiore priorità data al gioco, al punto che questo diventa più importante delle attività quotidiane e sugli interessi della vita; una continua escalation del gaming nonostante conseguenze negative personali, familiari, sociali, educazionali, occupazionali o in altre aree importanti”.

I bambini che hanno questo tipo di atteggiamento per almeno dodici mesi, sono colpiti dal gaming disorder. (altro…)

Mammoressia: anoressia post-parto

Ott 03
Scritto da Annamaria avatar

La ‘mammoressia’ è un termine coniato di recente per indicare l’anoressia post-parto. Molte donne, subito dopo aver dato alla luce il proprio figlio, hanno l’ossessione di ritornare subito in forma e per questo, senza rendersene conto, si ammalano.

Ci sono alcuni segnali per i famigliari e gli amici per poter individuare se una donna è affetta da ‘mammoressia, l’anoressia post-parto, se vive un disagio rispetto al proprio corpo: (altro…)