Articoli taggati come ‘nascituro’

L’ignoranza? Ereditaria, la trasmette la mamma

Dic 10
Scritto da Annamaria avatar

ignoranza-ereditaria-trasmette-mamma

L’ignoranza potrebbe essere ereditaria. Secondo una ricerca della University of California-San Francisco (UCSF) pubblicata sul Journal of Perinatology al bebè la trasmette la mamma.
Lo studio in cui è emerso che l’ignoranza può essere ereditaria e la trasmette la mamma spiega quanto l’istruzione di una madre sia basilare per il piccolo che nascerà: il bimbo, infatti, è influenzato sia dal contesto culturale e sociale che da quello genetico.
Dopo un lungo studio sui cromosomi, gli scienziati hanno visto che i telomeri, le parti terminali dei cromosomi, sarebbero più corti nei bambini con le madri più ignoranti. I cromosomi con telomeri più corti mettono a rischio la salute di un bambino, lo predispongono a malattie come obesità, diabete o cancro. (altro…)

Alcol in gravidanza: pure poco fa male

Set 09
Scritto da Annamaria avatar

L’alcol in gravidanza fa sempre male, anche quando se ne assume solo una piccolissima dose. Comporta rischi per il bebè che nascerà. Meglio evitarlo e vivere così più serene.
E’ stato uno studio scientifico italo-spagnolo sulla sindrome feto-alcolica, diretto da Simona Pichini dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss) e in pubblicazione su Clinical Chemistry and Laboratory Medicine a dimostrare ancora una volta quanto l’alcol in gravidanza, pure in dosi minime, faccia male. Lo studio condotto su 168 coppie mamma-neonato dell’Hospital del mar di Barcellona ha mostrato come quantità apparentemente irrisorie di alcol consumate durante tutta la gravidanza siano rilevabili sia nel capello materno che nelle prime feci (meconio) neonatali. (altro…)

Ecografia morfologica

Lug 01
Scritto da Annamaria avatar

ecografia-morfologica

In gravidanza, nel secondo trimetre di gestazione, dalla 20esima alla 23esima settimana di gestazione, per valutare se lo sviluppo del feto è corretto e non ci sono anomalie di alcun genere, si fa l’ecografia morfologica, un esame diagnostico non invasivo. L’ecografia morfologica, insieme a quella del primo trimestre e a quella del terzo trimestre, è considerata importantissima, proprio perché è in grado di anticipare eventuali patologie del bimbo che si porta in grembo.

Con l’ecografia morfologica si valutano le misure del cranio, quelle del femore, il possibile peso del bebè, e altre indicazioni come la struttura della placenta, la quantità di liquido amniotico, il collo dell’utero. L’ecografia morfologica indica a chi la esegue quindi se il feto si sta formando normalmente o se ci sono possibili alterazioni. La si fa in ospedale, nel reparto di ginecologia, è un ginecologo ad eseguirla e a leggere i valori di riferimento da tenere in considerazione perché sia corretta. E’ possibile farla anche privatamente, in ambulatori specialistici. (altro…)

Parto in casa, sempre di più lo scelgono

Apr 30
Scritto da Annamaria avatar

parto_5

Ne avevamo già parlato in passato, ora voglio tornare sull’argomento, sì, perché sono sempre di più le donne che scelgono di partorire nella propria casa, proprio come si faceva molti anni fa.
Si può decidere di realizzare quello che per molte future mamme è un sogno se non si hanno problemi di salute e il bimbo è ben posizionato: se così non fosse, molto meglio rivolgersi alle strutture classiche e non rischiare.

I medici consigliano di organizzare tutto molto prima, se si vuole accogliere il bebè tra le quattro mura. E’ consigliabile contattare una ostetrica di fiducia sin dal settimo mese di gestazione, in modo che possa seguire la donna incinta sino al nono e possa prescriverle i controlli necessari e le analisi di routine. Dovrà essere reperibile ventiquattro ore su ventiquattro. Poi, al momento opportuno, si devono avere lenzuola lavate e sterilizzate, telini di cotone e traverse impermeabili, come pure tutto quello che riguarderà la posizione da assumere durante il parto: un ambiente domestico adatto con sedia, letto e divano o vasche gonfiabili annesse, queste ultime di solito vengono fornite dalle ostetriche stesse.

(altro…)

Pancione: le 10 regole per prevenire malformazioni del bebè

Mar 29
Scritto da Annamaria avatar

Ho letto i dati e sono rimasta stupita. Il 41 % delle neomamme in Italia ha più di 35 anni, questo era noto. Ma è il resto che lascia perplesse: il 58 % non ha mai effettuato esami preliminari, il 28 % assumeva acido folico prima della gravidanza. Però ben sei donne su dieci, ossia il 65%, hanno programmato la maternità.

Questi numeri sono usciti fuori da uno studio coordinato da Icbd (Alessandra Lisi International Centre on Birth Defects and Prematurity), realizzato in sette ospedali del Paese. Dalla ricerca, che ha riguardato i fattori di rischio preconcezionali in 2.212 donne, è emerso anche che tra le neomamme il 27% era fumatrice prima di rimanere incinta , il 19% in sovrappeso e il 26% assumeva farmaci nel primo trimestre di gravidanza.
Come spiega Panorama, la ricerca è stata presentata in occasione del mese della prevenzione dei difetti congeniti e della prematurità, proclamato ad aprile. (altro…)

Il feto sbadiglia

Nov 25
Scritto da Annamaria avatar

Anche nella pancia di mammà il feto sbadiglia e lo fa molte volte.
I ricercatori britannici della Durham University lo hanno stabilito in uno studio pubblicato su Plos One.

Il feto non solo tira calci e ha il singhiozzo, ma sbadiglia e lo sbadigliare farebbe parte del suo processo di sviluppo che potrebbe fornire ai medici un ulteriore indizio sulla sua salute. (altro…)

Se hai avuto aborti, rischi un bebè prematuro

Ago 30
Scritto da Annamaria avatar

Per chi ha avuto tre io più aborti, la prima gravidanza diventa rischiosa. C’è il pericolo maggiore che il bebè nasca prematuro o sottopeso. E’ il risultato di uno studio degli scienziati del National Institute for Health and Welfare di Helsinki, in Finlandia. (altro…)

Attente al cibo spazzatura in gravidanza!

Mag 08
Scritto da Annamaria avatar

Snack, patatine, merendine e dolcetti non fanno bene in assoluto, soprattutto con il pancione, perchè possono causare danni futuri al bimbo.
Secondo una ricerca effettuata da Stephanie Bayol e Neil Stickland del Royal Veterinary College di Londra, il cosiddetto ‘cibo spazzatura’ è dannosissimo per la salute del nascituro. (altro…)