Articoli taggati come ‘ospedale’

Funghi, decalogo per non correre rischi

Set 14
Scritto da Annamaria avatar

Al Bambino Gesù ogni anno vengono seguiti circa10 bambini con intossicazione da funghi. Più in generale si verificano circa 5 casi ogni 100.000 persone, pari allo 0,25% delle esposizioni a sostanze tossiche nell’uomo. “Una buona parte delle intossicazioni non è dovuta all’ingestione di funghi velenosi, ma ad un uso scorretto di questo alimento. Spesso, infatti, i funghi vengono mangiati senza un’adeguata cottura, in cattivo stato di conservazione, in fase troppo avanzata di maturazione o in eccessiva quantità”, spiega Marco Marano, responsabile del Centro Antiveleni dell’ospedale. “Un fungo commestibile – prosegue – non deve assolutamente essere mangiato se sono presenti segni di decomposizione a causa di alcune proteine pericolose (putrescina, cadaverina e istamina) che si formano proprio durante la fase di maturazione/decomposizione”. Il decalogo per non correre rischi è utilissimo. (altro…)

Culle tecnologiche per i prematuri

Mar 06
Scritto da Annamaria avatar

Culle tecnologiche per i prematuri: con un app mamma e papà saranno sempre collegati e potranno vedere il loro bebè, salutarlo, far sentire la propria voce. Succede all’ospedale Fatebenefratelli di Roma che ha inaugurato il nuovo reparto di terapia intensiva neonatale.

Le culle tecnologiche per i prematuri rappresentano una svolta. Il reparto era all’avanguardia anche nel 2016: era l’unico in Italia ad essere aperto 24 ore su 24. Ora arriva pure l’app, nata da un accordo tra Fatebenefratelli e Philips, primo step di una partnership che durerà altri cinque anni . L’obiettivo è rinnovare e potenziare la terapia intensiva neonatale della struttura ospedaliera, dando vita a un vero e proprio modello di Family-Centered Care (Fcc). (altro…)

Valigia per il parto

Set 24
Scritto da Annamaria avatar

La valigia per il parto deve essere lì, pronta e deve contenere tutto il necessario per mamma e il bebè che arriverà. Si dovrebbe preparare dal settimo mese di gravidanza nel caso si verifichi qualsiasi tipo di evento imprevisto, che obblighi la mamma ad un ricovero o un parto prematuro.
Di solito chi frequenta un corso preparto avrà ricevuto tutte le indicazioni su cosa mettere dentro la valigia per il parto. E’ possibile che ogni ospedale, clinica, o struttura possa avere delle richieste abbastanza precise o delle indicazioni generali su cosa dovrebbe essere utile alla mamma e al bambino durante il ricovero.

Una valigia per il parto perfetta dovrebbe contenere tutto l’occorrente per mamma e bambino. (altro…)

Carta dei diritti dei bambini in ospedale

Nov 15
Scritto da Annamaria avatar

????????????????????????????????????

Per tutti i piccoli che per qualche, ragione, spero non grave, siano ricoverati in ospedale, sappiate che esiste una Carta dei diritti dei bambini in ospedale.

La Carta dei diritti dei bambini in ospedale racchiude in 10 punti tutto quel che bisogna assicurare ai bimbi, anche impossibilitati dalla malattia. Conoscendo quel che c’è scritto nella Carta dei diritti dei bambini in ospedale, ogni genitore e ogni piccolo saranno più consapevoli di quello che potranno aspettarsi dal personale medico e di assistenza e potranno anche, quindi, segnalare tutte le eventuali inefficienze. (altro…)

Sei ore dopo il parto a casa

Gen 12
Scritto da Annamaria avatar

Ci pensate? Tornare a casa appena sei ore dopo il parto e vivere da subito momenti intimi ed esaltanti, anche un po’ agitati, perché no, con il proprio bebè appena nato… Sarebbe un sogno per molte. Ebbene, sì, questo sogno si sta trasformando in realtà.
L’ospedale Torregalli a Firenze sta sperimentando se sia possibile a sole sei ore dopo parto tornarsene a casa. In effetti sembra di sì, se mamma e bimbo, chiaramente, sono in buone condizioni di salute. La dismissione precoce dall’ospedale dove si è dato alla luce il pargolo, tra l’altro, evita al personale medicalizzazioni superflue e libererà posti letto che invece servono a malati gravi. (altro…)

Peppa Pig va in corsia per i bimbi

Ott 28
Scritto da Annamaria avatar

PeppaPig

Popolarissima e amata dai bimbi, Peppa Pig va in corsia, nei reparti di dieci ospedali pediatrici, pur di aiutarli e farli sorridere.
Partirà lunedì 4 novembre da Napoli l’“Allegria Tour”, la campagna di solidarietà realizzata dall’agenzia Kimbe insieme a Salvamamme e Croce rossa italiana (Comitato provinciale di Roma), in collaborazione con Rai Ragazzi.

Alcuni animatori entraranno nei reparti di Pediatria e, insieme agli operatori di Cri e Salvamamme ed ai responsabili delle varie strutture, accompagnaranno Peppa Pig a far visita ai bambini ricoverati, raccogliendo pure i disegni che loro avranno realizzato per lei.

(altro…)

Aerosal: mare d’inverno

Feb 08
Scritto da Annamaria avatar

Ieri su Salute 24 de Il Sole 24 Ore  ho letto con grande interesse della sperimentazione dell’Aerosal per i più piccoli. Riporto qui di seguito l’articolo:

Il mare d’inverno, per i più piccoli. Si trova in una stanza di 40 mq in cui pareti, soffitto e pavimento sono interamente ricoperti da salgemma per garantire un ambiente ipoallergenico. È una vera “Clinica del Sale” quella nata presso il reparto di Otorinolaringoiatria del Policlinico Universitario di Bari diretto da Nicola Quaranta dove ha preso il via una sperimentazione sull’utilizzo dell'”Aerosal”: 30 minuti al suo interno apportano gli stessi benefici di 3 giorni al mare. (altro…)

Antonella, mamma bambina

Mar 25
Scritto da Priscilla avatar

Ha sbancato il premio di regia televisiva, risultando “Personaggio Femminile dell’Anno“, dopo il successo di “Sanremo” e di “Ti lascio una Canzone“.

Antonella Clerici, terminato lo stop da maternità, è tornata in tv più spumeggiante di prima.
Merito di Maelle, la sua bimba che compiva il compleanno proprio a cavallo del Festival, del compagno giovane Eddie e anche dei bimbi (o, più che altro, gli “ex bimbi” del suo programma settimanale canoro).

Di solito Antonella o si ama o si odia: eccessiva, spontanea, a volte senza ritegno, autoironica e decisamente senza sovrastrutture ostentate.

Certo, mi ha fatto pensare la storia che ha raccontato riguardo al suo ingresso in ospedale perchè, dopo la gravidanza, per dimagrire aveva assunto polverine strane. Non che la cosa mi consoli, vedendo la mia pancia ancora non rientrata, ma sicuramente queste dichiarazioni mi hanno fatto riflettere.

Comunque, sarò anche banale, ma a me vedere una mamma paffuta tener banco in tv, quando tutti la davano per spacciata e surclassata dalla carina giovincella di turno, mi da soddisfazione.

P.S. Vi segnalo questo video raro, con Antonella e la sua bellissima famiglia.

Foto: Su concessione GossipNews (c)