Articoli taggati come ‘ferro’

Dieta dello studente

Gen 31
Scritto da Annamaria avatar

La dieta dello studente deve essere ricca di ferro, lo sapevate?
E’ ciò che è emerso da uno studio. “Una buona forma fisica può essere importante per il successo a scuola, idealmente dovremmo fare in modo che anche la dieta sia adeguata per prevenire carenze nutrizionali. Le dosi giornaliere raccomandate per l’assunzione di ferro attraverso la dieta sono di 10 milligrammi al giorno”, ha sottolineato Karsten Koehler autore della ricerca.

La dieta dello studente, perciò, deve contenere il ferro, che si trova essenzialmente nella carne, nel pesce, nelle uova, nei legumi e nella frutta secca. (altro…)

Ferro in gravidanza

Gen 30
Scritto da Annamaria avatar

Il ferro in gravidanza è molto importante, fondamentale. Il ferro combatte e previene l’anemia. E’ indispensabile per il trasporto e l’utilizzazione dell’ossigeno da parte dei tessuti e per il funzionamento di molti enzimi: permette la sintesi dell’emoglobina, il pigmento presente nei globuli rossi a cui si lega l’ossigeno per essere trasportato in circolo; è necessario per la produzione dei globuli rossi del nascituro e per mantenere quelli della madre a un giusto livello; interviene nella produzione di mioglobina, il pigmento analogo all’emoglobina che consente ai muscoli di immagazzinare ossigeno; è essenziale per l’attività di molti enzimi.

Una donna mediamente deve assumere 18 mg di ferro al dì, in gravidanza può arrivare anche a 30 mg. (altro…)

Ferro in gravidanza rende il feto più sano

Giu 22
Scritto da Annamaria avatar

Pregnant woman, hand on breast, midsectionAssumere integratori di ferro con il pancione permette alla future mamme di dare alla luce bimbi più grandi e sani.
Il peso del bebè cresce e si riduce al minino la possibiltà di partorire neonati sottopeso.

In un nuovo studio sono stati osservati gli effetti positivi di donne che assumevano dosi di ferro fino a 66mg al giorno. Attualmente l’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda alle future mamme di assumerne 60 mg al dì.
Gli studi suggeriscono un’associazione tra l’anemia prenatale e il rischio di nascita prematura, ma tale tesi non è ancora stata provata scientificamente. (altro…)

Mezzo litro di latte al giorno tra i 2 e i 5 anni l’ideale

Dic 24
Scritto da Annamaria avatar

latte

Bibi lo beve ancora ogni sera dal suo biberon. Ha appena compiuto 6 anni, ma il pediatra mi ha detto: finchè vuole il latte (mescolato col cioccolato) glielo dia.
Secondo i ricercatori canadesi, guidati da Jonathon Maguire, pediatra dell’ospedale Saint Michael de Toronto, che hanno pubblicato uno studio sulla rivista Pediatrics, due bicchieri di latte al giorno, circa 500 millilitri, sono la dose ideale per i bambini tra i 2 e i 5 anni per garantire il giusto apporto di ferro e vitamina D. (altro…)

Con gli spinaci tutti come Braccio di Ferro!

Feb 03
Scritto da Annamaria avatar

Gli spinaci rendono i nostri muscoli più forti. Braccio di Ferro non mentiva…

Uno studio pubblicato su Cell Metabolism ha spiegato che non è il ferro, ma i nitrati inorganici che contengono a migliorare le prestazioni e a rendere più efficenti i muscoli. Gli esperimenti sono stati condotti su uomini e donne volontari. Per tre giorni i soggetti in questione hanno preso piccole dosi di nitrati inorganici e poi si sono messi a pedalare su una cyclette. Grazie a loro, il consumo di ossigeno per lo sforzo è stato minimo.
“I mitocondri di norma non sono pienamente efficienti, come del resto nessuna ‘macchina’ biologica lo è – ha spiegato Eddie Weitzberg, fisiologo del Karolinska Institutet di Stoccolma che ha condotto lo studio – I nitrati, e soprattutto l’ossido nitrico che da essi si forma nel nostro organismo, sembrano in grado di ridurre i livelli di proteine che frenano il lavoro del mitocondrio”.
(altro…)

Con il pancione niente diete ipocaloriche

Gen 28
Scritto da Annamaria avatar

Quando si ha un bel pancione in divenire niente calorie in eccesso, ma neppure una dieta ipocalorica. Mangiare il 30% in meno del fabbisogno calorico può causare danni allo sviluppo cerebrale del feto irreversibili.
Lo ha stabilito una ricerca effettuata dalla University of Texas Health Science di San Antonio, la Southwest Foundation for Biomedical Research e la Schiller University di Jena.

Gli studiosi hanno preso sotto esame le gravidanze dei babbuini e hanno osservato che quando la futura mamma non si nutre abbastanza o in modo sbagliato, il feto va in sofferenza cerebrale. Da sottolineare danni nella formazione delle connessioni intercellulari, una riproduzione cellulare inibita e diminuiti livelli dei fattori di crescita.
(altro…)