Articoli taggati come ‘ragazza’

Bambini: uso smodato del cellulare

Nov 18
Scritto da Annamaria avatar

I dati fanno paura. Sono quelli che riguardano i più piccoli. I bambini fanno un uso smodato del cellulare. Il telefonino è sempre più nelle loro mani sin da piccolissimi. I dati che emergono dalla XIV edizione dell’Atlante dell’infanzia a rischio in Italia, intitolato “Tempi digitali”, presentato da Save the Children in vista della Giornata mondiale dell’Infanzia e dell’Adolescenza del 20 novembre, allarmano.

bambini uso smodato del cellulare

In Italia, il 78,3% dei bambini tra gli 11 e i 13 anni utilizza internet quotidianamente, principalmente tramite smartphone. L’età di possesso e utilizzo dello smartphone diminuisce ulteriormente, con un aumento significativo dei bambini tra i 6 e i 10 anni che lo utilizzano ogni giorno, passando dal 18,4% al 30,2% tra il biennio 2018-19 e il 2021-22. Nonostante ciò, l’Italia si posiziona quart’ultima nella mappa europea delle competenze digitali dei 16-19enni. Il 42% dei giovani italiani che presenta competenze scarse o nulle, rispetto alla media europea del 31%. Solo il 27% dei giovanissimi italiani ha competenze digitali elevate, a differenza del 50% dei francesi e del 47% degli spagnoli. I divari territoriali sono evidenti. Oltre la metà dei ragazzi del Sud (52%) ha scarse o nessuna competenza, mentre il Nord e il Centro si avvicinano ai valori medi europei (34% e 39%). 

Non finisce qui. L’uso smodato del cellulare da parte dei bambini ha come conseguenza anche un uso problematico dei social. Le ragazze e i ragazzi di 11, 13 e 15 anni che mostrano un uso problematico dei social media sono il 13,5%. Sono soprattutto le ragazze a soffrirne e l’età più critica è quella dei 13 anni. Una delle motivazioni principali dell’uso intensivo dei social media è fuggire da sentimenti negativi. Per quanto riguarda, invece, i videogiochi, il 24% dei giovani di 11, 13 e 15 anni ne fanno un uso problematico: qui sono però i ragazzi ad essere più esposti e l’età, in questo caso, si abbassa a 11 anni.

I comportamenti a rischio di dipendenza tecnologica, da social media o da gioco online, rileva il Rapporto, sono correlati a un aumento dell’ansia sociale, della depressione e dell’impulsività, nonché a una peggiore qualità del sonno e a un rendimento scolastico scarso.

Un uso intensivo di internet è associato anche a una maggior rischio di sovrappeso o obesità, a causa dell’inattività (navigare a lungo vuol dire stare molte ore seduti, per lo più fermi), e per le cattive abitudini alimentari legate all’iperconnessione. In Italia è in crescita il numero di ragazze e ragazzi obesi o in sovrappeso. Sono soprattutto al Sud, con la Campania in testa (31,6%) e dove è maggiore anche la percentuale di 6-17enni che usano il cellulare tutti i giorni (fino all’83%) e si pratica meno sport. La prevenzione è un primo importante passo. Dovrebbe concentrarsi sui più giovani visto che i più alti tassi di dipendenza da internet si riscontrano durante l’infanzia e l’adolescenza. E necessita di un approccio congiunto di scuola e famiglia.

Limitate i vostri bambini. L’uso smodato del cellulare è pericoloso. Io combatto ormai da tempo una battaglia contro la mia Bibi riguardo a questa questione. Lo so che non è facile, ma provateci e date soprattutto il buon esempio.

Come vestirsi a scuola

Set 30
Scritto da Annamaria avatar

In tempi in cui anche alle medie si vedono ombelichi scoperti, è bene sapere come vestirsi a scuola. Bambini e ragazzi devono evitare gli abiti corti, scollati o trasparenti, ma anche i bermuda e le canottiere: a scuola si ha bisogno di libertà di movimento, spensieratezza e comodità, senza esagerare.

E allora come vestirsi a scuola? Alle elementari ecco i capi indispensabili: (altro…)

Brufoli schiena e braccia: rimedi

Giu 11
Scritto da Annamaria avatar

Mia figlia 14enne, entrata nell’adolescenza, ha qualche brufolo sulle braccia e sulla schiena. Chiaramente è inorridita da questo sfogo cutaneo. Così ho cercato alcuni rimedi che possano aiutarla. Come tutte le ragazzine in crescita, ha le sue insicurezze e questo problema dei brufoli non fa che enfatizzarle, soprattutto ora, con la bella stagione, quando ti devi ‘scoprire’.

Tra i rimedi per i brufoli sulla schiena e sulle braccia, gli scrub fai da te sono l’ideale. Basta utilizzare qualche manciata di zucchero di canna e due cucchiai di crusca e un po’ d’acqua per ottenere un composto da massaggiare con delicatezza sulla pelle. Anche il bicarbonato di sodio, che ha proprietà antibatteriche e antisettiche, miscelato con succo di limone e zucchero di canna aiuta. (altro…)

Covid: presto bambini vaccinati

Mar 27
Scritto da Annamaria avatar

Presto anche i bambini saranno vaccinati contro il Covid. Al momento gli under 16 sono esenti, ma tra qualche mese potrebbe essere tutto diverso, pure in Italia. Sono molte le società farmaceutiche che hanno fatto partire la sperimentazione sui minori. (altro…)

Monopattino elettrico: da che età

Gen 02
Scritto da Annamaria avatar

Uno dei regali più gettonati di questo Natale è stato il desideratissimo monopattino elettrico. Ma da che età è consentito portarlo?

Vedo ogni giorni sfrecciare qui a Roma tanti bambini, molti addirittura in due, sul monopattino elettrico. Noi genitori, però, dobbiamo sapere, essendo responsabili, da che età lo si possa guidare. 

Ebbene, forse non tutti sanno che dal 1° marzo scorso riguardo al monopattino elettrico ci sono nuove norme che regolano da che età sia giusto esserne alla guida: è severamente vietato ai minori di 14 anni. (altro…)

Scuola: must have 2020

Set 15
Scritto da Annamaria avatar

Le nuove regole riguardanti la scuola impongono dei must have in questo 2020 imperdibili. Non si sta parlando dello zaino più trendy, dei quadernoni più colorati o delle penne migliori. I must have 2020 riguardanti alla scuola sono altri. (altro…)

Workout da fare in famiglia

Mar 17
Scritto da Annamaria avatar

Un workout di 20 minuti da fare in famiglia per allenarsi tutti insieme: facile, veloce, da ripetere tutti i giorni. Ne abbiamo davvero bisogno in questi giorni difficili in cui l’imperativo categorico è non uscire. Lo ha messo a punto Matteo Noseda, preparatore atletico della società di basket B99 di Bernareggio per i ragazzi della squadra giovanile che non possono allenarsi in palestra con lui. (altro…)

Scuole chiuse: studiare online

Mar 15
Scritto da Annamaria avatar

Con le scuole chiuse come studiare meglio online? La pausa forzata costringe i nostri figli a utilizzare le piattaforme, diverse da istituto a istituto. E’ necessario organizzarsi al meglio. Gli orari per studiare online a causa delle scuole chiuse devono rispettare al meglio quelli di routine.

Il consiglio che ho avuto dagli insegnanti di mia figlia è quello di far dedicare al ripasso e ai nuovi esercizi assegnati le ore della mattina, così da evitare di stravolgere completamente le abitudini dei ragazzi, già chiamati a un esercizio non facile perché lontano dalla metodologia utilizzata fino a pochi giorni fa. (altro…)