Articoli taggati come ‘aiuto’

Bonus gravidanza: come richiederlo

Ott 10
Scritto da Annamaria avatar

Il bonus gravidanza è il premio alla nascita da 800 euro, è stato rifinanziato anche nel 2020, è un aiuto immediato per le donne in dolce attesa. Ecco come richiederlo.

Il bonus gravidanza, o bonus mamma, dà una mano nei pagamenti di visite, ecografie, pannolini, corredo e di tutte le prime spese da affrontare incinta o con l’arrivo del bebè. In caso di parto gemellare o plurigemellare raddoppia o triplica. Se una donna dovesse rimanere incinta una seconda volta quasi subito dopo la prima è tenuta a ricevere un doppio bonus. E’ importante sapere come richiederlo. (altro…)

Decreto Rilancio: sostegno famiglia

Mag 22
Scritto da Annamaria avatar

Il Decreto Rilancio, l’ultimo varato dal governo, prevede tante iniziative a sostegno della famiglia. “Nel provvedimento sono contenute una serie di misure a sostegno delle famiglie italiane che non solo rafforzano e prolungano molti interventi del “Cura Italia”, aiutando i genitori lavoratori e assicurando la necessaria liquidità attraverso la certezza del reddito e la sospensione dei versamenti fiscali e contributivi, ma introducono nuovi strumenti come il Reddito di Emergenza destinato ai nuclei familiari più in difficoltà e importanti stanziamenti per allargare le tutele sociali, affinché l’emergenza non pesi sulle famiglie e sulle condizioni di vulnerabilità”, si legge sul sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze. (altro…)

Post parto: serve aiuto alle mamme

Gen 22
Scritto da Annamaria avatar

Nel post parto, spesso, serve aiuto alle mamme, in particolar modo a quelle di neonati prematuri. I fatti di cronaca sempre più frequentemente raccontano di tragedie avvenute proprio perché alcune neomamme si sentono sole. La Società Italiana di Neonatologia (SIN) lancia un appello alle Istituzioni ed ai soggetti coinvolti nell’assistenza materno-infantile. (altro…)

Dislessia: un portale aiuta

Ott 05
Scritto da Annamaria avatar

In classe di mia figlia c’è un bambino dislessico, nel suo corso di danza le bambine che hanno questo problema sono quattro. Secondo i dati europei, dal 5 al 12% della popolazione europea ha la dislessia, in rapporto anche alle caratteristiche fonologiche delle varie lingue, spesso insieme ad altri problemi dell’apprendimento. Una persona con dislessia fa tanta fatica nel leggere parole, confonde lettere speculari inverte il loro ordine di posizione. Un portale aiuta chi la ha. (altro…)

Settimana europea delle vaccinazioni

Apr 20
Scritto da Annamaria avatar

Per la settimana europea delle vaccinazioni  la Società Italiana di Pediatria (SIP) e la Società Italiana di Neonatologia (SIN) hanno deciso di aprire un filo diretto telefonico per rispondere alle richieste di mamma e papà. 

L’iniziativa nasce dall’adesione di SIP e SIN alla Settimana Europea delle Vaccinazioni promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (Regione Europea), che si terrà dal 23 al 29 aprile, all’insegna dello slogan “Prevenire, Proteggere, Immunizzare” per contrastare la disinformazione.

Nel corso della settimana, il sito web e la pagina Facebook della SIP saranno dedicati al tema delle vaccinazioni. (altro…)

Vero volto depressione post partum

Mag 11
Scritto da Annamaria avatar

In una foto è racchiuso il vero volto della depressione post partum. “Dimostriamo agli altri che non si deve per forza soffrire in silenzio”. Con questo messaggio di Kathy DiVincenzo, madre di due bambini, dice quel che pensa in un post subito diventato virale.

Condivide due foto a confronto: da una parte c’è lei mamma felice che gioca con i suoi bambini, dall’altra no. Parlare del vero volto della depressione post partum è necessario per non sentirsi soli.

“E’ possibile che vi sentiate piuttosto in disagio ora (fidatevi, anch’io mi sento così). Sto per sfidarvi ad andare oltre quell’imbarazzo che la società ha posto intorno alla depressione post-partum e ad ascoltarmi”, fa sapere la donna.

Poi, volendo far capire quale sia il vero volto della depressione post partum, continua: “La verità è che entrambe le foto rappresentano la mia vita, a seconda del giorno. Ma mi sarei sentita molto più a mio agio a condividere solo una di queste realtà, ed è questo il punto. L’unica cosa più stancante dell’avere questi problemi è far finta, nella quotidianità, di non averli. Lavoro il doppio e più duramente per nascondere questa realtà da voi perché ho paura che mi facciate sentire in disagio. Ho paura che pensiate che io sia debole, pazza, una madre terribile e altre milioni di cose che mi suggerisce la mia mente e so di non essere l’unica ad avere questi pensieri”.

“Abbiamo bisogno di smetterla di pensare che quello successivo al parto sia un periodo euforico – continua – perché per una persona su sette non lo è. Abbiamo bisogno di chiedere ai nuovi genitori come se la passano, ma in una maniera più profonda del normale. ‘Come te la passi?’, di solito la risposta è: ‘Tutto alla grande!’. Abbiamo bisogno di imparare i segnali, i sintomi, i fattori di rischi e di supportare dei piani d’aiuto psicologico per la depressione post-partum.

“Dobbiamo dimostrare agli altri che non si deve soffrire in silenzio”, scrive Kathy. E aggiunge: “Nel caso in cui nessuno te l’abbia detto, stai facendo un’ottimo lavoro. Sei amato e sei meritevole. Non sei solo. So quanto sia difficile chiedere aiuto, ma ti giuro che ne vale la pena. Tu vali la pena”.

Rimedi omeopatici parto

Apr 05
Scritto da Annamaria avatar


Esistono rimedi omeopatici utili durante il parto. Quando non è possibile intervenire con i farmaci normali, si può trarre beneficio dai rimedi omeopatici. Sono, tra l’altro, tantissimi quelli che li usano, chiaramente, per ogni tipo di problema di salute.

I rimedi omeopatici favoriscono un parto con un travaglio meno doloroso e con contrazioni più efficaci. I rimedi omeopatici possono essere assunti sia durante il parto che dagli ultimi 3 mesi di gravidanza fin a dopo la nascita del bebè. Non essendo tossici, non ci sono controindicazioni, il nostro organismo li assimila facilmente e aiutano tante donne. (altro…)

Donate il latte

Apr 17
Scritto da Annamaria avatar

donate-il-latte

Donate il latte, questo chiede la Banca del latte inaugurata nella clinica Mangiagalli-Ospedale Maggiore Policlinico di Milano. Sono 35mila i prematuri che nascono ogni anno, sono bimbi che non possono nutrirsi al seno, il latte materno, però, rimane l’alimento migliore, da qui l’appello della Banca: Donate il latte“.
E’ la terza nel capoluogo lombardo, dopo quelle dell’ospedale Macedonio Melloni e del San Giuseppe. (altro…)