Articoli taggati come ‘aiuto’

Settimana europea delle vaccinazioni

Apr 20
Scritto da Annamaria avatar

Per la settimana europea delle vaccinazioni  la Società Italiana di Pediatria (SIP) e la Società Italiana di Neonatologia (SIN) hanno deciso di aprire un filo diretto telefonico per rispondere alle richieste di mamma e papà. 

L’iniziativa nasce dall’adesione di SIP e SIN alla Settimana Europea delle Vaccinazioni promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (Regione Europea), che si terrà dal 23 al 29 aprile, all’insegna dello slogan “Prevenire, Proteggere, Immunizzare” per contrastare la disinformazione.

Nel corso della settimana, il sito web e la pagina Facebook della SIP saranno dedicati al tema delle vaccinazioni. (altro…)

Vero volto depressione post partum

Mag 11
Scritto da Annamaria avatar

In una foto è racchiuso il vero volto della depressione post partum. “Dimostriamo agli altri che non si deve per forza soffrire in silenzio”. Con questo messaggio di Kathy DiVincenzo, madre di due bambini, dice quel che pensa in un post subito diventato virale.

Condivide due foto a confronto: da una parte c’è lei mamma felice che gioca con i suoi bambini, dall’altra no. Parlare del vero volto della depressione post partum è necessario per non sentirsi soli.

“E’ possibile che vi sentiate piuttosto in disagio ora (fidatevi, anch’io mi sento così). Sto per sfidarvi ad andare oltre quell’imbarazzo che la società ha posto intorno alla depressione post-partum e ad ascoltarmi”, fa sapere la donna.

Poi, volendo far capire quale sia il vero volto della depressione post partum, continua: “La verità è che entrambe le foto rappresentano la mia vita, a seconda del giorno. Ma mi sarei sentita molto più a mio agio a condividere solo una di queste realtà, ed è questo il punto. L’unica cosa più stancante dell’avere questi problemi è far finta, nella quotidianità, di non averli. Lavoro il doppio e più duramente per nascondere questa realtà da voi perché ho paura che mi facciate sentire in disagio. Ho paura che pensiate che io sia debole, pazza, una madre terribile e altre milioni di cose che mi suggerisce la mia mente e so di non essere l’unica ad avere questi pensieri”.

“Abbiamo bisogno di smetterla di pensare che quello successivo al parto sia un periodo euforico – continua – perché per una persona su sette non lo è. Abbiamo bisogno di chiedere ai nuovi genitori come se la passano, ma in una maniera più profonda del normale. ‘Come te la passi?’, di solito la risposta è: ‘Tutto alla grande!’. Abbiamo bisogno di imparare i segnali, i sintomi, i fattori di rischi e di supportare dei piani d’aiuto psicologico per la depressione post-partum.

“Dobbiamo dimostrare agli altri che non si deve soffrire in silenzio”, scrive Kathy. E aggiunge: “Nel caso in cui nessuno te l’abbia detto, stai facendo un’ottimo lavoro. Sei amato e sei meritevole. Non sei solo. So quanto sia difficile chiedere aiuto, ma ti giuro che ne vale la pena. Tu vali la pena”.

Rimedi omeopatici parto

Apr 05
Scritto da Annamaria avatar


Esistono rimedi omeopatici utili durante il parto. Quando non è possibile intervenire con i farmaci normali, si può trarre beneficio dai rimedi omeopatici. Sono, tra l’altro, tantissimi quelli che li usano, chiaramente, per ogni tipo di problema di salute.

I rimedi omeopatici favoriscono un parto con un travaglio meno doloroso e con contrazioni più efficaci. I rimedi omeopatici possono essere assunti sia durante il parto che dagli ultimi 3 mesi di gravidanza fin a dopo la nascita del bebè. Non essendo tossici, non ci sono controindicazioni, il nostro organismo li assimila facilmente e aiutano tante donne. (altro…)

Donate il latte

Apr 17
Scritto da Annamaria avatar

donate-il-latte

Donate il latte, questo chiede la Banca del latte inaugurata nella clinica Mangiagalli-Ospedale Maggiore Policlinico di Milano. Sono 35mila i prematuri che nascono ogni anno, sono bimbi che non possono nutrirsi al seno, il latte materno, però, rimane l’alimento migliore, da qui l’appello della Banca: Donate il latte“.
E’ la terza nel capoluogo lombardo, dopo quelle dell’ospedale Macedonio Melloni e del San Giuseppe. (altro…)

Post parto: ritrovare energie

Dic 13
Scritto da Annamaria avatar

Il post parto non è sempre facile, come ritrovare subito le energie per essere una neo mamma super?
Prima di tutto per ritrovare le energie perdute nel post parto bisogna avere pazienza e una grande tranquillità: niente ansia o stress!
Nel post parto si può iniziare a ritrovare energie con una dieta equilibrata, in cui ci sia ferro e magnesio. mangiare molti spinaci, legumi, uova, cioccolato, senza esagerare. Prima di pensare a una forma al top è lo stato psichico che conta.

A distanza di due o tre settimane dal parto si può iniziare nuovamente con il fitness, prima lunghe camminate, che, come sempre detto, fanno un gran bene e svuotano la mente, poi anche una corsetta e addominali. Anche il nuoto può aiutare moltissimo. (altro…)

Pipì a letto, come aiutare il bambino

Lug 19
Scritto da Annamaria avatar

pipi-a-letto-come-aiutare-il-bambinoLa pipì a letto, quando ormai si ha un’età in cui il controllo dello sfintere dovrebbe essere ok, è un problema. Come aiutare il bambino? E’ possibile che un piccolo sia enuretico quando vive una situazione psicologica frustrante. Fare la pipì a letto in età avanzata in tutto e per tutto è un disturbo medico che, di solito, si risolve da solo con l’adolescenza. L’enuresi fa sì che si perda urina durante la notte e che, spesso, durante il giorno si abbia il bisogno frequente di andare in bagno.
La pipì a letto diventa un problema per i genitori e per chi lo vive in prima persona. Come aiutare il bambino diventa primario per le mamme e i papà.

Come aiutare il bambino se fa pipì a letto? Prima di tutto, cercare di non drammatizzare e di colpevolizzare vostro figlio. Poi utilizzare piccoli accorgimenti che possono dare davvero una mano a risolvere o comunque contenere il problema, in modo da far sì che il bimbo superi il tutto o almeno non lo viva con eccessivo patema d’animo. (altro…)

Giochi per la motricità

Lug 12
Scritto da Annamaria avatar

giochi-per-la-motricità

I giochi per la motricità di un bambino lo aiutano a coordinarsi. Può accadere che un piccolo tra i 3 e i 5 anni fatichi a fare anche le cose più semplici, perda facilmente l’equilibrio e cada spesso. Non vi preoccupate e soprattutto non fateglielo notare aumentando, così, la sua frustrazione. Dovete, anzi, utilizzare i giochi per la motricità e stimolarlo. Se innalza una torre con le costruzioni o riesce a tirare un pallone e a colpire un bersaglio, il bambino va assolutamente lodato. Lo stesso se fa disegno con i colori o riesce ad arrampicarsi un un muretto: se riesce, va gratificato, in modo che abbia voglia di migliorare ancora e lasciarsi alle spalle la sua goffaggine. (altro…)

Sonno del neonato quando fa caldo

Lug 10
Scritto da Annamaria avatar

sonno-neonato-quando-fa-caldo

Il sonno del neonato capita sia disturbato, d’estate ancor di più. Cosa fare quando fa caldo, ad esempio come in questi giorni?
Quando fa caldo si può cercare di facilitare il sonno del neonato, spesso reso più lieve dalle zanzare, dalla luce, dai rumori che possono arrivare dalle finestre aperte, ma pure dagli spostamenti, dai viaggi, dal cambio di ambiente.

Quando fa caldo il sonno del neonato è reso più difficoltoso soprattutto dall’umidità. I piccoli diventano più irritabili, nervosi, restii ad addormentarsi. L’ideale sarebbe andare via dalla città: chi può, meglio che si sposti in collina o in montagna, ma pure al lago, luoghi ideali di vacanza. Chi rimane in città, durante il giorno chiuda le tapparelle delle finestre così che non entri il sole e il caldo. Quando il sole tramonterà, splancare tutto e lasciare arieggiare cercando di creare corrente. (altro…)